Giovedì 18 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., Sez. I, 30 dicembre 2004, n. 24263).
In tema di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, non si estende al verbale di accertamento della violazione l’obbligo di motivazione degli atti amministrativi prescritto dall’art. 3 della legge n. 241 de l1990. Esso, infatti, riguarda i soli atti provvedimentali, tra i quali non possono essere ricompresi quelli sopra ...
Condividi
30/Dicembre/2004
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Cass. Pen., Sez. IV, 23 dicembre 2004, n. 49304)
Il reato di guida in stato di ebbrezza, anche se commesso prima della data di entrata in vigore del D.L. 27 giugno 2003 n. 151, conv. Con modif. in legge 1 agosto 2003 n. 214 che lo ha sottratto alla competenza del giudice di pace per at...
Condividi
(Giudice di Pace Civile di Torino, 22 dicembre 2004, n. 10590)
E’ esente da responsabilità, ex art. 4 L. 689/81, il conducente di veicolo, che a seguito di invocazione telefonica di aiuto da parte di prossimo congiunto affetto d gravi patologie, colto da crisi tale da comportare un comp...
Condividi
(Giudice di Pace di Torino, 22 dicembre 2004, n. 2738)
Non integra circolazione abusiva, nei sensi di cui all’art. 216, comma 6, c.s., l’impiego su strada di un veicolo per il quale sia stato precedentemente disposto il ritiro della carta di circolazione per violazione dell&rsquo...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 14 dicembre 2004, n. 23306)
In tema di sanzioni amministrative, nel giudizio di opposizione a processo verbale di contestazione della violazione del c.s., il verbale di accertamento della contestata violazione fa fede fino a querela di falso quanto ai fatti attesta...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 10 dicembre 2004, n. 23130)
In tema di opposizione a verbale di accertamento di violazione del codice della strada, la legittimazione passiva al relativo giudizio va riconosciuta all’amministrazione, centrale o locale, dalla quale dipende il corpo di apparten...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 10 dicembre 2004, n. 23132)
In tema di contestazione delle infrazioni al codice della strada, l’art. 384 del regolamento di esecuzione (D.P.R. n. 495 del 1992), nel tipizzare (alla lett. e) l’ipotesi di impossibilità della contestazione immediata...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 2 dicembre 2004, n. 22618)
In tema di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, deve escludersi, in quanto nessuna norma prevede una simile conseguenza, che la mancata comparizione dinnanzi al Prefetto delle parti che abbiano proposto ricorso...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 29 novembre 2004, n. 22470)
Il procedimento di opposizione avverso l’ordinanza-ingiunzione che irroga una sanzione amministrativa, il ricorso ed il decreto di fissazione dell’udienza di comparizione delle parti, ai sensi dell’art. 23, legge cit., ...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 29 novembre 2004, n. 22478)
Ai fini della sussistenza dell’obbligo di assicurare gli autoveicoli per la responsabilità civile verso terzi – con la conseguente applicabilità della sanzione amministrativa in caso di sua violazione –...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 26 novembre 2004, n. 22339)
La collocazione di cartelli e di altri mezzi pubblicitari lungo le strade, o in vista di esse, è soggetta, ex art. 23, comma quarto, c.d.s., a specifica autorizzazione da parte dell’ente proprietario della strada, ovvero, ne...
Condividi
(Giudice di pace di Rovigo, 23 novembre 2004, n. 642)
E’ nullo il verbale di contestazione della violazione dell’art. 142, comma 8, c.d.s., eccesso di velocità, elevato mediante l’utilizzo di apparecchio autovelox mod. 104/C2, qualora non sia provato che il suddetto...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 22 novembre 2004, n. 21953)
Nei procedimenti di opposizione a sanzione amministrativa ex art. 22 e ss. Della legge n. 689 del 1981, il potere di ricorrere per cassazione non sorge con la semplice lettura del dispositivo della sentenza, ma presuppone che questa sia ...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 22 novembre 2004, n. 21954)
Nel procedimento di opposizione a sanzione amministrativa pecuniaria, il sindacato del giudice di merito si estende alla validità sostanziale del provvedimento impugnato, attraverso un autonomo esame circa la ricorrenza dei presup...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 22 novembre 2004, n. 21966)
In tema di sanzioni amministrative disciplinate dalla legge 24 novembre 1981, n. 689, il verbale di accertamento o la notifica del verbale di contestazione ed il rapporto di cui all’art. 17 della legge citata hanno funzioni diverse...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 22 novembre 2004, n. 21955)
In tema di sanzioni amministrative connesse alla circolazione stradale, la responsabilità solidale del proprietario deve essere esclusa nel caso in cui questi provi di avere venduto il veicolo in epoca anteriore all’accertam...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 18 novembre 2004, n. 21794)
In tema di sanzioni amministrative, l’art. 23 della legge 24 novembre 1981, n. 689, conferisce all’autorità, ancorché periferica, che ha emesso l’ordinanza-ingiunzione un’autonomia funzionale dalla q...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 17 novembre 2004, n. 21749)
Avverso il provvedimento di sequestro adottato ai sensi dell’art. 213 del codice della strada è ammesso ricorso al prefetto (comma terzo art. cit.), il cui esame e le cui statuizioni si estendono alla fondatezza o meno dell&...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. I, 11 novembre 2004, n. 21486)
In tema di sanzioni amministrative, la modifica dell’ordinanza-ingiunzione, limitatamente all’entità della sanzione, non può essere disposta dal giudice se non in accoglimento della corrispondente domanda dell&r...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 10 novembre 2004, n. 21409)
In tema di notificazione a mezzo del servizio postale, a seguito delle pronunzie n. 477 del 2002 e n. 28 del 2004 della Corte Costituzionale, la notificazione a mezzo posta deve ritenersi tempestiva per il notificante al solo compimento ...
Condividi
Pagine: 1 2 3 4 5 ... 12