Lunedì 02 Agosto 2021
area riservata
ASAPS.it su
T.A.R. Campania, sentenza n. 3128 del 11.05.2021
Il  combinato disposto degli artt. 124, comma 10, e 101, comma 1, del d.lgs. 2 aprile 2006 n. 152 (Norme in materia ambientale) designa un corpo normativo inteso ad assicurare la permanente e progressiva adeguatezza degli scarichi prodotti dagli insediamenti produttivi ai c.d. valori limite che, in ragione di fattori sopravvenuti (atmosferici, climat...
Condividi
26/Luglio/2021
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
19/07/2021 TAR Regionali , Articoli
TAR Toscana Sez. II n. 333 del 5 marzo 2021
È noto che l’art. 245, comma 2, cit. stabilisce che “è comunque riconosciuta al proprietario o ad altro soggetto interessato la facoltà di intervenire in qualunque momento volontariamente per la realizzaz...
Condividi
24/05/2021 TAR Regionali
(T.A.R. Puglia, sez. II, sent. 16 marzo 2021, n. 469
>Il testo della sentenza
Condividi
10/05/2021 TAR Regionali , Articoli
TAR Campania (SA) Sez. II n. 537 del 2 marzo 2021
La definizione di rifiuto fornita dall’art. 183, comma 1, lett. a), D.Lgs. 3 aprile 2006 n. 152, si basa sul dato funzionale, con la conseguenza che, per stabilire se una determinata sostanza o un determinato oggetto siano da consi...
Condividi
12/04/2021 TAR Regionali , Articoli
Anche nella materia dei rifiuti è ben possibile, nella sussistenza dei relativi presupposti, il ricorso allo strumento extra ordinem delle ordinanze contingibili ed urgenti. Ai fini dell'emanazione delle ordinanze contingibili...
Condividi
09/04/2021 TAR Regionali , Articoli
In  tema  di  miscelazione  di  rifiuti, la caratterizzazione comprende le attività di classificazione del rifiuto (ovvero l’identificazione del rifiuto come pericoloso o non pericoloso e l’att...
Condividi
09/02/2021 TAR Regionali , Articoli
Il Tribunale Amministrativo Regionale della Toscana ha annullato l'ordinanza sindacale del comune di Firenze che obbligava gli utenti dei monopattini ad indossare il casco. Come noto, tale obbligo è previsto da una legge dello...
Condividi
Quando il personale impiegato nel ruolo di Polizia Giudiziaria svolge funzioni di natura burocratica-amministrativa ha diritto all’indennità di amministrazione (qui gli importi aggiornati).
A carabinieri, poliziotti e finanzieri che svolgono le funzioni di polizia giudiziaria spetta l’indennità istituita dall’articolo 3 della legge 27/1981 per i soli magistrati ordinari. È il Tar del Lazio a ri...
Condividi
Quando all’origine di un incidente c’è una distrazione anche banale, questa è sufficiente a far scattare la revisione della patente. È questo il senso di una sentenza del TAR della Liguria che ha rigettat...
Condividi
Tribunale Lombardia mette paletti a provvedimento 'revisione'
ROMA - Il TAR della Lombardia ha emesso una sentenza con conseguenze 'salvapatente' per gli automobilisti protagonisti di un incidente mentre si trovano in sella a una due ruote. Secondo la decisione n. 2167/17 della prima sezion...
Condividi
22/11/2017 TAR Regionali
Il corpo della polizia municipale è una struttura organizzativa complessa con un elevato grado di autonomia riconosciuto dalla legge posto alle dirette dipendenze del sindaco. Dunque non può essere la giunta con una semplic...
Condividi
Il Tar dell’Umbria: niente porto d’armi a un cittadino di Tuoro sul Trasimeno (PG) sorpreso dalla polizia stradale alla guida in stato di ebbrezza
Guidare in stato di ebbrezza non può configurarsi come “utilizzo occasionale di alcol”, ma già come abuso anche se non se ne trovano ulteriori riscontri nella storia personale dell’individuo. È per ...
Condividi
25/05/2017 TAR Regionali
Sentenza del Tar della Toscana
>LEGGI L'ARTICOLO da ansa.it Una sentenza che forse può sorprendere, ma fino a un certo punto. (ASAPS) Dice il TAR: ''i provvedimenti di revisione della patente di guida non presuppongono l'accert...
Condividi
05/04/2017 TAR Regionali
Nota di commento alla sentenza del Tar Trieste n. 85 del 06.03.2017
Il Ministero della Difesa comunica ad un sottoufficiale il giudizio di non idoneità all'avanzamento al grado superiore. Il militare ha riportato una condanna penale al pagamento di una pena pecuniaria a fronte di un piccolo re...
Condividi
Militari e Forze dell’Ordine: sanzione legittima per chi pubblica le foto su Facebook. Ecco la sentenza del Tar del Friuli Venezia Giulia che lo ha stabilito
Militari e Forze dell’Ordine, vietato pubblicare foto su Facebook, perché c’è il rischio di una sanzione disciplinare. Lo ha stabilito il Tar del Friuli Venezia Giulia che ha rigettato il ricorso presentato...
Condividi
Commento alla sentenza del Tar Bolzano n. 81 del 25.03.2015
E' noto che la vita militare viaggia sui binari rigidi della disciplina, ma tante volte irrogare sanzioni disciplinari per vicende che solo in apparenza lambiscono il servizio è esagerato. La conseguenza di questo modus o...
Condividi
30/05/2016 TAR Regionali
Annullata l'ordinanza del comune che proibisce l'accesso a Fido nei parchi. Il divieto è sproporzionato basta che il comune assicuri i controlli
Via libera a Fido nei parchi comunali, l'importante è che il padrone sia munito di guinzaglio e paletta. Lo ha affermato la seconda sezione del Tar Lazio (sentenza n. 5836/2016, qui sotto allegata), accogliendo il ricorso di u...
Condividi
06/05/2016 TAR Regionali
TAR, Lazio-Roma, sez. II, sentenza 26/02/2016 n. 2665
Secondo la Seconda Sezione del T.A.R. per il Lazio, sede di Roma, per escludere un candidato da un concorso indetto per dei posti di allievo finanziere è sufficiente che il soggetto interessato sia stato protagonista anche di un solo episodio di guida in stato di ebbrezza...
Condividi
04/03/2016 TAR Regionali
TAR, Lombardia-Brescia, sez. I, ordinanza 02/02/2016 n. 117
La revoca della patente, disposta per aver cagionato un incidente stradale in guida in stato di ebbrezza, non può avere durata superiore al triennio e decorre dal momento dell'accertamento dell'infrazione. E' quanto em...
Condividi
05/02/2016 TAR Regionali
Trattandosi di strada a scorrimento veloce le multe graverebbero sui non residenti. Necessario un coordinamento col Ministero dell'Interno
Niente autovelox per il Comune se l'Ente è interessato solo a "sfruttare" l'area per rimpinguare le casse comunali con multe che graverebbero soprattutto su non residenti, trattandosi di strada a scorrimento velo...
Condividi