Giovedì 23 Gennaio 2020
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., Sez. I, 21 settembre 2006, n. 20441)
Nel giudizio di opposizione avverso l'ordinanza-in¬giunzione irrogativa della sanzione amministrativa, il verbale di accertamento dell'infrazione fa piena prova, fino a querela di falso, con riguardo ai fatti attestati dal pubblico ufficiale rogante come avvenuti in sua presenza e conosciuti senza alcun margine di apprezzamento o da lui com...
Condividi
21/Settembre/2020
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
Il fenomeno è frequente forse perché si è ignari del rilievo penale che assume o potrebbe assumere tale comportamento che blocca o impedisce l’accesso non solo nei cortili ma anche ai garage e così via
Rifiutarsi di spostare la propria auto che impedisce alle altre auto di accedere nel cortile comune costituisce violenza privata. Il fenomeno è ricorrente forse perché si è ignari del rilievo penale che assume o ...
Condividi
Per la Cassazione, impedire la libertà di movimento di un utente della strada costituisce reato di violenza privata punito dall'art. 610 c.p.
Rischia la condanna per violenza privata colui che tenta di bloccare la marcia di un veicolo con il proprio corpo così impedendo la libertà di movimento di chi è alla guida. Irrilevante la circostanza che il "bl...
Condividi
Soluzione per «bypassare» la procedibilità d’ufficio per gli incidenti lievi
Mentre si attende che la Corte costituzionale completi i suoi giudizi sulla procedibilità d’ufficio del reato di lesioni stradali, il Tribunale di Milano indica una strada alternativa: la non punibilità del fatto. Un ...
Condividi
Non è contraria ai principi di uguaglianza e proporzionalità la pena da 15 giorni a 3 anni di reclusione stabilita per il reato di oltraggio a pubblico ufficiale, nella versione in vigore dal 2009 fino all’entrata in ...
Condividi
In Italia la responsabilità civile dei veicoli copre solo se l'incidente avviene durante la circolazione stradale su "strade pubbliche o a queste equiparate", non in zone private. Ma per la normativa europea il danno è riferito a "ogni spazio in cui il veicolo possa essere utilizzato in modo conforme alla sua funzione abituale". Per la prima volta è stato richiesto il parere delle Sezioni Unite della Suprema Corte. Il caso sollevato dall'investimento di un bimbo in un cortile privato
Se un camper investe e uccide un bambini durante una manovra in un cortile privato, l'assicurazione deve pagare il danno per la responsabilità civile del conducente? Per la legge italiana no, perchè l'assicurazione ...
Condividi
a cura di Franco Corvino e Girolamo Simonato
>Giurisprudenza da il Centauro n. 224  
Condividi
Secondo il dettato normativo di cui all’art. 172 “Uso delle cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta e sicurezza per bambini”, prevede che il conducente e i passeggeri dei veicoli della categoria L6 e, dotati di carro...
Condividi
Con l'ordinanza nr. 257/2019 resa pubblica ieri 5 dicembre, la Corte Costituzionale prosegue nell'esame delle numerose questioni di legittimità costituzionale, presentate da diversi Tribunali italiani, con riferimento alla...
Condividi
Per la Cassazione, il sinistro non è imputabile al pedone che attraversa in prossimità delle strisce. La distanza dalle stesse va valutata in base al complessivo quadro dell'avvenimento
 La precedenza spetta in ogni caso al pedone che attraversa la strada nella zona in cui si trovano le strisce pedonali, essendo irrilevante che l'attraversamento avvenga sulle dette strisce o nelle vicinanze. Non è possib...
Condividi
Le nostre strade sono piene di buche, insidie e trabochetti che spesso sono esse stesse causa di sinistri stradali, anche letali. La manutenzione delle pubbliche vie è un obbligo per gli enti proprietari imprescindibile per la sal...
Condividi
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con una sentenza in cui viene sottolineato che non è necessaria l’esposizione di un altro segnale
Cercare un appiglio per l’annullamento di una multa proveniente dai temuti Autovelox diventa sempre più difficile. Ne sa qualcosa un automobilista del cagliaritano che aveva presentato una richiesta di annullamento di una sa...
Condividi
a cura di Franco Corvino e Girolamo Simonato
>Giurisprudenza da il Centauro n. 223  
Condividi
Dopo le Sezioni Unite un'altra sentenza della Cassazione chiarisce che la cannabis light va sequestrata per verificare se ha effetti psicogeni e se la vendita configura reato
La sentenza n. 46236/2019 della Cassazione precisa che chi vende derivati dalla coltivazione della cannabis sativa L, commette reato a meno che non si riesca a dimostrare che tali sostanze siano prive di efficacia drogante... >Con...
Condividi
a cura di Franco Corvino e Girolamo Simonato
>Giurisprudenza da il Centauro n. 222    
Condividi
Per la Cassazione, la guida in stato di ebbrezza sussiste anche quando il soggetto non viene fermato mentre è alla guida di un veicolo, è sufficiente lo stato di alterazione
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 41457/2019 precisa che, contrariamente a quanto lamentato dall'imputato, non è necessario per la configurazione del reato di guida in stato di ebbrezza che il soggetto a cui è ...
Condividi
E' responsabile il pedone che attraversa una strada a scorrimento veloce di notte in un luogo in cui è vietato l'attraversamento pedonale
Con la sentenza n. 25027/2019 la Cassazione rigetta il ricorso avanzato dalle parti civili avverso la pronuncia del giudice d'Appello che ha negato la responsabilità del conducente nella causazione del sinistro in cui è...
Condividi
Lo ha stabilito la Cassazione
Anche le persone disabili che non hanno la patente e un'auto propria - ad esempio coloro che hanno problemi intellettivi o motori molto gravi - hanno diritto a parcheggiare gratuitamente l'automobile di chi li accompagna in centr...
Condividi
La sentenza emessa della Sez. VI Penale della Corte di Cassazione in data 06 maggio 2019 al n. 18801, è interessante in quanto scaturisce dalla richiesta degli organi di polizia stradale di sottoporre a prelievo ematico il conduce...
Condividi
Ogni avvocato iscritto all'albo può provvedere in proprio alla notifica degli atti giudiziari attraverso il ricorso a sistemi di posta elettronica certificata. I requisiti per potervi procedere sono esclusivamente il posse...
Condividi