Mercoledì 21 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Corte di Cassazione 30/01/2014

Falsità in atti - In atti pubblici - Uso di atto falso Nozione - Fattispecie in tema di esibizione, nel corso di un controllo di polizia, di un permesso internazionale di guida, apparentemente rilasciato dalle autorità del Senegal, ed, invece, risultato contraffatto.

(Cass. Pen., sez. V, 30 gennaio 2014, n. 4647)

Giurisprudenza di legittimità
CORTE DI CASSAZIONE PENALE
Sez. V,  30 gennaio 2014, n. 4647

 

Falsità in atti - In atti pubblici - Uso di atto falso Nozione - Fattispecie in tema di esibizione, nel corso di un controllo di polizia, di un permesso internazionale di guida, apparentemente rilasciato dalle autorità del Senegal, ed, invece, risultato contraffatto.

In tema di reati contro la fede pubblica, la nozione di uso di atto falso comprende qualsiasi modo di avvalersi del falso documento per uno scopo conforme alla natura dell'atto, con la conseguenza che ad integrare il reato è sufficiente la semplice esibizione del documento falso, quale che sia il significato che il soggetto intenda attribuire all'atto in esso contenuto. (In applicazione del principio di cui in massima la S.C. ha ritenuto immune da censure la decisione con cui il giudice di merito ha ritenuto integrato il reato di cui all'art. 489 cod. pen. nei confronti dell'imputato che, alla guida di un'auto, aveva esibito nel corso di un controllo di polizia un permesso internazionale di guida, apparentemente rilasciato dalle autorità del Senegal, ed, invece, risultato contraffatto).
(Cass. Pen., sez. V, 30 gennaio 2014, n. 4647) [RIV-1410P839] (Art. 489 cp.)...



>Leggi il testo integrale della sentenza

 

Giovedì, 30 Gennaio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK