Giovedì 22 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su

Sinistro stradale, danni, risarcimento in forma specifica

(Cass. Civ., 28 aprile 2014, n. 9637)

 

Giurisprudenza di legittimità
CORTE DI CASSAZIONE CIVILE
Sentenza 28 aprile 2014, n. 9637

 

La domanda di risarcimento del danno subito da un veicolo a seguito di incidente stradale, quando abbia ad oggetto la somma necessaria per effettuare la riparazione dei danni, deve considerarsi come richiesta di risarcimento in forma specifica, con conseguente potere del giudice, ai sensi dell'art. 2058, secondo comma, cod. civ., di non accoglierla e di condannare il danneggiante al risarcimento per equivalente, ossia alla corresponsione di un somma pari alla differenza di valore del bene prima e dopo la lesione, allorquando il costo delle riparazioni superi notevolmente il valore di mercato del veicolo. (Cass. Civ., sez. VI, 24 aprile 2014, n. 9367)

 

Svolgimento del processo e motivi della decisione
E' stata depositata in cancelleria la seguente relazione:
«1. Con sentenza in data 09.02.2012 il Tribunale di Termini Imerese - in parziale riforma della sentenza del Giudice di pace di Misilmeri - accogliendo per quanto di ragione l'appello della SARA Assicurazioni, riduceva l'importo del risarcimento del danno dovuto dall'appellante alla Multiservice Assistance s.r.l. quale cessionaria del credito di P.D. derivante da un sinistro stradale ...

 

 

>LEGGI LA SENTENZA


 

Lunedì, 28 Aprile 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK