Venerdì 24 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su

Strade – Tutela e manutenzione – Responsabilità dell’amministrazione – Insidia stradale – Esclusione – Limiti – Sentenza di rigetto della domanda di risarcimento danni da insidia stradale – Carenza di motivazione – Mancanze dell’analisi delle risultanze probatorie – Sindacato di legittimità.

(Cass. Civ., Sez. III, 30 giugno 2005, n. 13974)

Non è sufficiente per escludere la responsabilità dell’ente proprietario di una strada (e, al contrario, costituisce motivazione meramente apparente), la semplice affermazione contenuta in sentenza di rigetto di risarcimento del danno, senza una specifica analisi delle risultanze probatorie che la «buca» che ha causato danni all’automobilista era grande, si trovava al centro della città e l’incidente si era verificato in ora diurna.

 

 

Giovedì, 30 Giugno 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK