Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Guida in stato di ebbrezza - Da sostanze stupefacenti - Condotta tipica – Configurazione.

(Cass. Pen., Sez. IV, 11 agosto 2008, n. 33312)

La condotta tipica del reato previsto dall’art. 187, commi primo e secondo, c.s. non è quella di chi guida dopo aver assunto sostanze stupefacenti, bensì quella di colui che guida in stato d’alterazione psico-fisica determinato da tale assunzione. Perché possa dunque affermarsi la responsabilità dell’agente non è sufficiente provare che, precedentemente al momento in cui lo stesso si è posto alla guida, egli abbia assunto stupefacenti, ma altresì che egli guidava in stato d’alterazione causato da tale assunzione.

 

 

Lunedì, 11 Agosto 2008
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK