Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Massime di giurisprudenza - Segnaletica stradale - Disciplina - Principio di tipicità - Forma di pubblicità costitutiva della fattispecie -Fondamento - Fattispecie in tema di superamento di limiti di velocità non appositamente segnalati

(Cass. Civ., Sez. II, 19 febbraio 2009, n.4058)
Interna di circolazione stradale, il principio di tipicità posto a fondamento della disciplina sulla segnaletica stradale comporta che un determinato obbligo (o divieto) di comportamento è legittimamente imposto all’utente della strada solo per effetto della visibile apposizione del corrispondente segnale specificamente previsto dalla legge. La segnaletica stradale, infatti, costituisce non una forma di pubblicità notizia del comportamento imposto bensì un elemento costitutivo della fattispecie complessa da cui l’obbligo stesso scaturisce. (Nel caso di specie, riguardante una infrazione elevata per eccesso di velocità, il limite violato non era evidenziato da apposita segnaletica, bensì era stato apoditticamente affermato dal Comune come esistente da molti anni sulla base delle «affermazioni di persone qualificate»).
Giovedì, 29 Aprile 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK