Giovedì 25 Luglio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Corte di Cassazione 24/02/2005

Giurisprudenza di legittimità - Guida in stato di ebbrezza – Accertamento – Modalità – Facoltà, anziché obbligo, degli organi accertatori di sottoporre il fermato all’accertamento secondo gli strumenti e procedure previste – Questione manifestamente infondata di legittimità costituzionale

Guida in stato di ebbrezza – Accertamento – Modalità – Facoltà, anziché obbligo, degli organi accertatori di sottoporre il fermato all’accertamento secondo gli strumenti e procedure previste – Questione manifestamente infondata di legittimità costituzionale
E’ manifestamente infondata, in riferimento all’art. 3 Cost., la questione di legittimità costituzionale degli artt. 1 e 5 della L. 25 giugno 1999, n. 205 (delega al Governo per la depenalizzazione dei reati minori e modifiche al sistema penale e tributario) e dell’art. 19 del D.L.vo 30 dicembre 1999, n. 507 (Depenalizzazione dei reati minori e riforma del sistema sanzionatorio, ai sensi dell’art. 1 della L. 25 giugno 1999, n. 205) nella parte in cui non prevedono la depenalizzazione del reato previsto e punito dall’art. 186, secondo comma, c.s., limitatamente al comportamento di chi, conseguita la patente di guida, conduce un veicolo in stato di ebbrezza. (Corte Cost., Ord. 19 novembre 2002, n. 471). [RIV0103]
 

Giovedì, 24 Febbraio 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK