Lunedì 20 Agosto 2018
area riservata
ASAPS.it su
Ai sensi dell’art. 40 della Legge 6 giugno 1974, n. 298, è trasporto di cose per conto di terzi l’attività imprenditoriale per la prestazione di servizi verso un determinato corrispettivo. Tale norma è da porre in stretta relazione con quella di cui: -    all’art. 82, comma 4, del Codice della S...
Condividi
17/Agosto/2018
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
 Problemi interpretativi si pongono nel caso di un complesso veicolare composto da un autoveicolo italiano e da un veicolo rimorchiato estero (1) con il quale un vettore con sede nel nostro Paese disponga l’esecuzione di un au...
Condividi
Il trasporto di cose in conto proprio è sempre un trasporto specifico, limitato cioè alle sole merci attinenti all’attività economica svolta dall’impresa. All’indicazione del codice dell’att...
Condividi
Ipotesi sanzionatorie riscontrabili su strada: a) trainava un rimorchio/semirimorchio appartenente ad altra impresa (vedasi l’art. 32/2° comma della Legge n. 298/1974). Un’eccezione a tale principio generale è...
Condividi
Una serie di prescrizioni normative disciplinano il riposo settimanale dei conducenti di veicoli che hanno l’obbligo di utilizzare il tachigrafo (analogico o digitale). L’articolo 4 del Regolamento CE n. 561/2006, alla lett...
Condividi
I commi 2 e 2-bis dell’art. 114 CdS prescrivono rispettivamente che: 2. Le macchine operatrici per circolare su strada sono soggette ad immatricolazione presso gli uffici competenti del Dipartimento per i trasporti terrestri, ...
Condividi
Le autorizzazioni bilaterali italiane, che devono trovarsi a bordo del veicolo in originale, posso no essere dei seguenti tipi (distinguibili anche in base al colore del modello): 1.    di destinazione (o bilaterali i...
Condividi
La Direttiva n. 2003/59/CE, del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 luglio 2003, ha subordinato al conseguimento di una qualificazione iniziale, e di una formazione periodica ogni 5 anni, lo svolgimento nell’ambito dei Paesi ...
Condividi
Il trasporto di cose in conto proprio è sempre un trasporto specifico, limitato cioè alle sole merci attinenti all’attività economica svolta dall’impresa. All’indicazione del codice dell’attività economica segue, infatti, sulla licenza l’elencazione dei codici delle cose o classi di cose trasportabili in conto proprio per le quali la stessa è stata rilasciata...
Condividi
Ai sensi dell’art. 60, comma 2, della Legge n. 298/1974, «delle violazioni accertate deve essere data notizia all'ufficio provinciale della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione nella cui circoscrizione si ...
Condividi
Con il Decreto Legislativo 19 novembre 2007, n. 234, il Governo, dando attuazione alla delega contenuta nella Legge 20 giugno 2007, n. 77, ha recepito nell’ordinamento nazionale la Direttiva n. 2002/15/CE dell’11 marzo 200...
Condividi
Anche l’inosservanza del divieto di traino di rimorchi (riportato sulla carta di circolazione mediante la dicitura: «Il veicolo non è autorizzato al traino ai fini amministrativi») durante l’effettuazione d...
Condividi
Ai sensi dell’art. 7, comma 2, del Decreto Legislativo 21 novembre 2005, n. 286, ferma restando l’applicazione delle disposizioni di cui all’art. 26, commi 1 e 3, della Legge n. 298/74 nei confronti dei soggetti che ese...
Condividi
Le sanzioni amministrative previste dalla Legge n. 298/1974 (e, cioè, quelle di cui agli artt. 26, 27, 46, 46-bis, 46-ter e 47) sono applicate secondo la procedura della Legge 24 novembre 1981, n. 689 (1): per esse, a norma dell&r...
Condividi
>VAI ALLA SCHEDA           Una utile tabella sintetica e schematica. (ASAPS)
Condividi
In deroga alle disposizioni relative all’effettuazione del periodo di riposo giornaliero, «in caso di multipresenza i conducenti devono aver effettuato un nuovo periodo di riposo giornaliero di almeno 9 ore nell’arco di...
Condividi
Ai sensi dell’art. 12, comma 5, del decreto legislativo n. 286/2005, così come modificato dall’art. 1, comma 5, del decreto legislativo n. 214/2008: «I conducenti dei veicoli adibiti al trasporto di cose per cont...
Condividi
L’articolo 186-bis del Codice della Strada prescrive una specifica fattispecie di violazione che punisce determinate categorie di conducenti, più esposte a rischio di incidente stradale, che guidano dopo aver assunto bevande...
Condividi
L’art. 23 del Decreto Legislativo n. 286 del 2005 estende la disciplina (della «patente a punti») di cui all’articolo 126-bis del Codice della Strada anche alla qualificazione professionale di tipo CQC ed al certi...
Condividi
Per quanto riguarda la problematica del trasporto di persone con l’autocarro, il Ministero dell’Interno - Direzione Generale per l’Amministrazione Generale e per gli Affari del Personale - Ufficio Studi per l’Ammi...
Condividi