Venerdì 21 Giugno 2024
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 21/10/2011

Verifiche ottico-digitali in materia di polizia stradale

di Giovanni Fontana
Foto Coraggio - archivio Asaps

Abstract
Non so se abbiamo mai provato a far mente locale su cosa si fa, solitamente, durante un controllo di polizia stradale. Si saluta al berretto (quando è calzato, perché, non di rado, questo è protetto all’interno dell’abitacolo del veicolo di servizio, sebbene risulta essere uno dei principali simboli dell’organo di polizia), si chiede di favorire i documenti di circolazione e di guida e, nell’atto di prenderli in mano, solo raramente ci si sofferma sui tratti somatici del titolare del documento di guida (che, per il cittadino italiano, vale anche quale documento di identificazione personale). Eppoi?
Beh, siccome il documento di guida appartiene sicuramente a chi l’ha fornito (altrimenti, perché l’avrebbe fatto?... certo! lui sa che sarebbe proprio “sfigato” a trovare qualcuno che “perde tempo” a verificare i suoi tratti somatici... suvvia!), la relativa pagina dati, è sicuramente compatibile con la pagina dati dei documenti di circolazione ed i documenti di circolazione, riportano sicuramente tutti quanti il numero della targa apposta sul veicolo oggetto di controllo. E il telaio? l’hai mica guardato? Certo che no! e si starebbe freschi...eppoi, i dati personali sono corretti, la targa è corretta: che cosa si vuole di più dalla vita?...forse un Lucano? Ebbene, quello lì potrebbe proprio essere il Sig. Lucano, sebbene nel suo documento di identificazione e di guida sia riportato il nome di Tazio Tizio...

 

Leggi l'articolo

 

da Il Centauro n. 151

Venerdì, 21 Ottobre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK