Martedì 28 Gennaio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 08/11/2005

Indagine su circolante, furti, incidenti Questa è la vera fotografia dell’Italia sulle strade

da Il Centauro n.99 - Ottobre 2005

Da Quattroruote – ottobre 2005
Indagine su circolante, furti, incidenti
Questa è la vera fotografia dell’Italia sulle strade

a cura di Emilio Deleidi


Conoscere meglio la mobilità nel nostro Paese. Sapere dove ci sono più auto, dov’è più frequente l’eventualità che possano essere rubate, dove si rischia di più di avere un incidente. E, poi, agire di conseguenza, modificando le tariffe assicurative o intervenendo per accrescere il livello di sicurezza delle strade di una certa provincia. A questo dovrebbero servire statistiche e dati. Che, invece, raramente in Italia vengono utilizzati con efficacia. A questo ha pensato l’Asaps, l’Associazione sostenitori e amici della polizia stradale che da anni si batte per accrescere la cultura della sicurezza nel nostro Paese.
E Quattroruote ha deciso di sostenere lo sforzo dell’associa-zione, cercando di diffondere il più possibile i risultati dello studio. La ricerca si basa sull’incrocio di dati in parte già disponibili, le cui fonti sono pubbliche: ACI, Istat e ministero dell’Interno. Anche i semplici dati sul numero di mezzi in circolazione costituiscono una fotografia interessante del nostro Paese. A fine 2004, in Italia si contavano 43.950.905 veicoli, a fronte di 58.462.375 abitanti; ovvero, 752 veicoli ogni 1000 abitanti. Se ci si limita ai 34 milioni di auto, la densità è comunque di 581 vetture ogni 1000 abitanti. Con una distribuzione geografica, però, disomogenea.
Ci sono situazioni da record: la Valle d’Aosta conta più auto che residenti, ovvero 1024 macchine ogni 1000 abitanti. Un caso limite, ma ci sono altre città medio-piccole che non scherzano: tolta Roma (seconda), tutte le altre località ai primi posti per numero di auto ogni 1000 abitanti appartengono alla schiera dei cosiddetti centri "minori", come Aosta, Biella, Perugia, Siena. In questa classifica, Bologna figura soltanto al 51° posto, Milano al 54°, Napoli all’85°. Chiudono la lista Genova, Crotone e Foggia. La situazione cambia se si prendono in considerazione le due ruote: trionfano, infatti, le città di mare, con al vertice Imperia (199 moto ogni 1000 abitanti) e Genova.


IN FONDO C’E’ LA PUGLIA
Nelle tre tabelle, una sintesi dei dati più interessanti dell’indagine Asaps.
Le regioni con meno auto per 1000 abitanti sono Calabria, Liguria e Puglia, mentre la Lombardia si trova solamente all’11° posto in classifica.

 



a cura di Emilio Deleidi

da Il Centauro n.99 - Ottobre 2005
Martedì, 08 Novembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK