Lunedì 27 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 25/09/2023

Giornate della Polizia Locale Riccione
CIRCOLAZIONE STRADALE IN PRATICA
aggiornamenti, approfondimenti, procedure
in materia di circolazione stradale
“in ricordo di Raffaele Chianca”

Il pubblico in sala

 

 

(ASAPS) RICCIONE 21.09.2023 - Il convegno de Le Giornate di Polizia Locale e Sicurezza Urbana rappresenta per tutti gli addetti ai lavori un'occasione imperdibile di aggiornamento e crescita professionale. L’obiettivo dell’evento, che anche per questa 42^ edizione ha visto tra i protagonisti l’ASAPS, Associazione Sostenitori e Amici Polizia Stradale, è quello di aiutare i partecipati ad affrontare l’attività professionale, con il preciso intento di contribuire ad un’analisi adeguata della complessità dei problemi, fornendo contestualmente anche le necessarie indicazioni per una efficace applicazione delle norme in vigore. Con questo spirito, che ci caratterizza ormai da oltre trent’anni, nel pomeriggio di giovedì 21 settembre nelle sale del Palazzo dei Congressi di Riccione si è svolta la sessione “Circolazione stradale in pratica” di ASAPS dedicata al ricordo del nostro indimenticato ed indimenticabile Raffaele Chianca.

Da sinistra Andrea Girella Col. della GdF Baschi Verdi Roma, Luigi Altamura Comandante PL Verona,
Giordano Biserni presidente ASAPS, Gianluca Fazzolari Sost. Commissario Polizia di Stato La Spezia,
Gianfranco Martorano Primo Dirigente Comandante Polstrada Padova.

Alle parole di Giordano Biserni, pluritrentennale ed inossidabile presidente del sodalizio, l’introduzione dei lavori che, dopo una presentazione dei relatori chiamati ad intervenire,  ha dato ufficiale apertura alla sessione. Biserni, con puntuale e certosina attenzione, ha colto l’occasione di rimarcare la situazione circa la sicurezza stradale nel nostro Paese che nel “rapporto sulla sicurezza” il Viminale “dimentica” il problema di come si muore in strada e per strada! Una carneficina apparentemente inarrestabile che, tuttavia, è quotidianamente documentata dall’ASAPS attraverso i suoi speciali osservatori in cui è possibile ricavare, con dati inconfutabili rispetto a data, ora e localizzazione, ogni tipo di incidente stradale. Dati poi ripresi e divulgati dalle maggiori testate giornalistiche nazionali e locali. Prima di passare la parola al primo intervento il presidente Biserni ha anche fatto il punto sul Disegno di legge di revisione del Codice della Strada licenziato dal Consiglio dei Ministri, plaudendo alle modifiche in esso contenute ed auspicando tempi certi affinché la riforma possa vedere la luce quanto prima.



Il tavolo dei relarori
Giordano Biserni
Presidente ASAPS

Quindi la parola è passata al primo dei relatori. A distanza di 13 anni dalla legge n. 120/2010 non è ancora stato emanato il decreto interministeriale che doveva mettere ordine alle regole sui controlli velocità in Italia, così ha aperto il suo accorato intervento Luigi AltamuraComandante della Polizia Locale Verona, che ha avuto ad oggetto lo smantellamento dei controlli sulla velocità. Di fronte a questa totale assenza di norme - ha continuato il dott. Altamura -  nonostante siano in vigore specifici decreti, oggi si assiste ad una vera e propria "guerra" agli autovelox, ai tutor, a qualsiasi strumento permetta il sanzionamento ex art. 142 del codice della strada. Ma si aggiungono sentenze della Cassazione che vengono commentate in modo a dir poco fantasioso, facendo cadere nel tranello anche testate prestigiose tra tv e giornali. Nel corso della trattazione sono stati portati esempi concreti di quanto sia ormai necessario dirimere alcune questioni tecniche anche relative ai termini "omologazione " e "approvazione", alle distanze delle postazioni, anticipando anche qualche soluzione. Una parte è poi stata dedicata all'analisi di recentissime sentenze della suprema Corte di Cassazione a dimostrazione di una specifica giurisprudenza che gli addetti ai lavori devono assolutamente conoscere ed approfondire. Spazio poi anche ad alcuni esempi di accesso agli atti di legali, e a tematiche relative alla gestione della privacy.


Luigi Altamura
Comandante della Polizia Locale Verona
Gianluca Fazzolari
Sostituto Commissario della Polizia di Stato

Di conformità, validità e autenticità delle patenti di guida, ha parlato Gianluca Fazzolari - Sostituto Commissario della Polizia di Stato -  che, coniugando una matura conoscenza tra tecniche d’indagine, controllo documentale e servizi di polizia stradale, forte della sua esperienza di studioso  ed autore di testi in materia, è intervenuto offrendo spunti d’interesse sul corretto approccio nel controllo dei documenti di circolazione, argomento sempre bisognevole di conoscenze tecnico - giuridiche, nel quale tuttavia è determinante la conoscenza dei principi cardine che si rinvengono nella legislazione internazionale, unionale e nazionale. Nel corso dell’esposizione, costellata di immagini - anche inedite – di patenti di guida, e di riferimenti normativi che riguardano dove reperire le nozioni basilari, è stato ribadito il concetto secondo il quale l’attività di controllo di questo documento non può risolversi attraverso la sola lettura dei dati in esso contenuti. In siffatti scenari, il problema non è tanto legato alla conoscenza del documento quanto al fatto che non tutti gli operatori di polizia stradale sono addestrati al riconoscimento delle tecniche di stampa e delle misure di sicurezza antifalsificazione, anche se da parte dei servizi di polizia, sia ad ordinamento statale che locale, - e di ciò ne è diretto testimone il dott. Gianluca Fazzolari inquanto coinvolto in prima persona in progetti di formazione - sono state adottate specifiche contromisure per colmare il gap e formare il personale sulle tecniche di base.

Di videosorveglianza nell’infortunistica stradale si è occupato Andrea Girella - Colonnello della Guardia di Finanza – il quale nell’introdurre il tema ha sottolineato come i sistemi di videosorveglianza raccolgono dati e informazioni (immagini, suoni, voci, abitudini e spostamenti) sui comportamenti e gli spostamenti delle persone, con l’intento di offrire maggiori garanzie per la sicurezza e la protezione sociale ed economica e migliorare la convivenza civile, esponendo, potenzialmente però, a rischi i diritti e le libertà degli interessati. Essi investono più ambiti: pubblico (trasporto rifiuti, trasporto pubblico, luoghi pubblici, istituti scolastici, strutture sanitarie), industriale – commerciale (esercizi commerciali, ambienti lavoro), privato, personale. Nell’ambito della circolazione stradale come usarli? Ipotizziamo un grave incidente stradale - ha continuato il Colonnello Girella -, il quale provochi nelle persone coinvolte lesioni stradali (gravi o gravissime) o la morte, e che si cerchi di stabilire se l’incidente stesso è originato dalla condotta negligente del conducente. Scoperta l’esistenza di videosorveglianza (pubblica/privata), e deciso/valutato di acquisirne il contenuto, la procedura operativa illustrata, attraverso l’individuazione di tutte le sorgenti di dati utili all’indagine e delle procedure di estrazione, categorizzazione, normalizzazione e validazione dei dati, cerca le relazioni causa-effetto. Di seguito, passando dal contesto digitale a quello situato nel mondo reale, si potranno effettuare valutazioni e considerazioni da sottoporre -per il tramite della CNR o dell’annotazione di PG - al vaglio dell’Autorità Giudiziaria.

Andrea Girella
Colonnello della Guardia di Finanza
Gianfranco Martorano, Primo dirigente della Polizia di Stato e comandante della Sezione Polstrada di  Padova



Dell’articolata e complessa tematica concernente la pubblicità sulle strade, che in talune condizioni se non regolamentata è foriera di grave distrazione, determinando turbative  per la sicurezza stradale in generale, ne ha parlato nella sua relazione Gianfranco Martorano, Primo dirigente della Polizia di Stato e comandante della Sezione Polstrada di  Padova. Materia complessa, quella della pubblicità sulle strade,  in quanto la disciplina non si rinviene esclusivamente nel vigente codice stradale e nell’annesso regolamento, ma trova importanti risvolti di natura fiscale e tributaria, con obblighi imposti, altresì, dalle norme a tutela del patrimonio ambientale e storico culturale. Nella sua articolata ma fluente esposizione di dott. Martorano ha quindi definito le diverse tipologie di mezzi pubblicitari consentiti, ponendo l’accento sulle caratteristiche costruttive e ai criteri di installazione sulle strade, delineando le regole relative alla pubblicità sui veicoli in base alle diverse caratteristiche costruttive ed ai diversi usi per cui i veicoli sono immatricolati. Per non parlare di come è disciplinata la pubblicità fonica. Insomma un completo giro d’orizzonte che ha affrontato tutti gli aspetti della pubblicità sulle strade, nel quale nulla è stato tralasciato, tra obblighi, competenze, autorizzazioni e poteri degli enti preposti, delineando in chiusura i profili sanzionatori e le procedure di esecuzione, diversificate per ubicazione ed installazione rispetto alla collocazione degli impianti pubblicitari su proprietà privata e proprietà demaniale.

Come di consueto è d’obbligo esprimere un sentito ringraziamento a tutti i numerosissimi partecipanti e all’impeccabile organizzazione ed ospitalità offerta dal Gruppo Maggioli (ASAPS)

 


La cronaca della sessione ASAPS a Riccione. Ancora un grande successo di presenze. (ASAPS)

 

 


 

 

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 

Lunedì, 25 Settembre 2023
stampa
Tag: Articoli.
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK