Mercoledì 21 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su

Investe e uccide un ragazzo poi scappa: pirata arrestato

L'uomo è risultato positivo all'alcoltest
La vettura dopo l'investimento (Foto Bennati)

Ha investito e travolto un ragazzo mentre attraversava la strada e dopo l'incidente, con il corpo esanime del 31enne sulla carreggiata, e il parabrezza devastato dall'impatto ha continuato a guidare, senza fermarsi. Anzichè accostare e soccorrere il giovane in attesa dell'intervento dei mezzi di emergenza ha proseguito dritto e ha guidato, con il vetro distrutto e la targa quasi staccata, fino a Brugherio, sfrecciando via. E proprio qui, a poca distanza dal luogo dell'investimento, lo hanno rintracciato i carabinieri che nel frattempo si erano messi alla ricerca dell'auto in fuga subito dopo l'avvio diramato dalla centrale operativa. In manette è finito un uomo di 42 anni di Carugate che ora dovrà rispondere dei reati di omicidio stradale e fuga.

L'incidente

L'incidente è avvenuto intorno alle 22 lungo la strada provinciale 13, alla fine di viale Sicilia tra Monza, Concorezzo e Brugherio, all'incrocio conosciuto come Malcantone. Insieme a un amico Mattia Rossi, 31 anni, residente a Melegnano, stava per attraversare la strada per raggiungere un locale dall'altra parte della carreggiata. Ma sul lato opposto della strada non è mai arrivato: una Smart bianca lo ha investito e travolto, sbalzandolo a diversi metri di distanza. E per il ragazzo purtroppo non c'è stato nulla da fare. Soccorso dai mezzi di emergenza in arresto cardiocircolatorio, è deceduto poco dopo in ospedale, nonostante i tentativi di rianimazione.

La fuga dopo l'investimento

Dopo l'investimento la vettura si è allontanata, proseguendo la marcia con il parabrezza devastato dall'impatto. Dalla centrale operativa dell'Arma sono state diramate le ricerche dell'auto pirata coinvolgendo tutte le pattuglie e poco dopo proprio a Brugherio una gazzella ha notato una Smart incidentata sfrecciare per le vie del centro. Il conducente è stato bloccato dopo un breve inseguimento: è risultato al volante con un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge. Fondamentali per la ricostruzione della dinamica sono state anche le testimonianze di alcuni passanti, anch'essi in strada al momento dell'investimento e miracolosamente illesi. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Monza, hanno portato all'arresto in flagranza del conducente del veicolo che ora si trova in carcere a Monza in attesa di convalida.

da monzatoday.it


Un’altra gravissima pirateria. Il conducente successivamente identificato dai Carabinieri è risultato in stato di ebbrezza.
Osservatorio ASAPS Pirateria stradale anno 2021           
1.017 episodi gravi (+14%)  con 110 morti (+19,6%)  e 1.141  feriti (+10%)

Venerdì, 11 Febbraio 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK