Giovedì 06 Ottobre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Incidenti pedoni 31/01/2022

Carabiniere muore travolto da una Toyota mentre fa jogging al Pincio

Guidava l'auto una studentessa romana di 21 anni che si è fermata a prestare soccorso. Acquisite le immagini di una telecamera per capire la dinamica

Libero dal servizio, venerdì mattina 28 gennaio correva al Pincio, quando è stato investito da una studentessa romana 21enne che stava andando all'università al volante della sua Toyota Aygo. La donna, senza volerlo, l'ha centrato, ferendolo gravemente. Antonio Pastore, un tenente colonnello dell'Arma dei carabinieri di 55 anni, è stato trasferito in codice rosso all'Umberto I, dove è morto poco dopo. È la 14esima vittima delle strade dall'inizio dell'anno.

Pastore, originario di Lucera, in provincia di Foggia, si era trasferito a Roma anni fa, attualmente lavorava all'Ufficio di coordinamento e pianificazione delle forze di polizia, al Viminale. Lascia la moglie, 52 anni, e due figli di 16 e 11 anni.

Gli agenti della polizia locale del I gruppo hanno acquisito le immagini di una telecamera puntata all'altezza del civico 3 di viale Gabriele D'Annunzio, a poca distanza dalla Casina Valadier, dove è successo l'incidente e che dovrebbe aver ripreso la scena.

Le indagini proseguono per appurare con precisione se il militare sia stato investito mentre attraversava la strada o sia stato travolto mentre faceva jogging lungo il ciglio della strada.

La 21enne si è fermata a prestare soccorso. Era completamente sotto choc, non è riuscita a raccontare con precisione la sua versione agli agenti diretti da Donatella Scafati, che dovranno risentirla nelle prossime ore.

La donna ha accusato un malore, è stata soccorsa anche lei dal 118 e poi trasferita in ospedale dove è stata sottoposta agli esami alcolemici e tossicologici, che hanno dato esito negativo.

"Sono sconvolta - sono state le uniche parole che è riuscita a pronunciare - stavo andando all'università".

I carabinieri del comando generale sono stati subito contattati dalla polizia locale e hanno informato la famiglia.

Il comandante generale dell'Arma dei carabinieri Teo Luzi si stringe alla famiglia, esprime "il cordoglio di tutta Arma dei carabinieri" per la grave perdita. Pastore era un esperto elicotterista, dal 1998 al 2018 era stato impiegato come pilota di elicotteri alle sedi di Elmas e Pratica di Mare. Poi il trasferimento al ministero. Una corsa mattutina nel suo giorno libero, l'incidente, la tragedia.

Il militare è solo l'ultima vittima delle strade di Roma. Una città sempre più pericolosa, sulle cui strade muore una persona ogni due giorni.

da repubblica.it


Roma ad alto rischio stradale. Un T.Col. dei Carabinieri, 55 anni, ucciso sembra mentre faceva jogging, da una 21enne alla guida. Indagini in corso per capire la dinamica e le responsabilità della investitrice. (ASAPS)

Lunedì, 31 Gennaio 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK