Venerdì 20 Aprile 2018
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Notizie brevi 11/04/2018

Pirata provoca due incidenti in mezz’ora: smonta la targa dell’auto ma viene preso

ANCONA - Il pirata della strada pensava di averla fatta franca, ma la sua impunità è durata appena un’ora. Era arrivato a smontare la targa posteriore dell’auto nella speranza che nessuno riuscisse a trovarlo. Ma non aveva fatto i conti con gli 007 della polizia municipale che l’hanno rintracciato in tempo record e sono andati a bussare alla sua porta per stanarlo e sequestrare il veicolo.

Sono guai per un 25enne dell’Est Europa, residente ad Ancona, che sabato pomeriggio ha dato “spettacolo”, provocando due incidenti in serie in cui sono rimaste lievemente ferite due persone, per poi darsi alla fuga. Non si è fermato né al primo né al secondo schianto, avvenuti nel giro di mezz’ora: è stato denunciato per omissione di soccorso, oltre che per guida in stato d’ebbrezza, dal momento che è risultato positivo all’alcoltest. Il giovane aveva seminato il panico sabato sulla Flaminia, dove attorno alle 14,45 ha urtato contro un’Opel Corsa in sosta davanti all’ufficio postale. Il proprietario, un settantenne anconetano, stava per scendere e aveva appena aperto lo sportello quando, proprio in quel momento, è sopraggiunta l’auto impazzita. 

Il pirata in un primo momento si è fermato, poi si è rimesso al volante ed è scappato, nonostante l’airbag fosse esploso, a dimostrazione della violenza dell’impatto. Per fortuna il settantenne ha avuto la prontezza di riflessi di non scendere quando ha intuito il pericolo: è stato accompagnato per accertamenti a Torrette dalla Croce Gialla. Neanche mezz’ora dopo il 118 è stato allertato per un secondo incidente, stavolta in centro, ai danni di una ragazza che era alla guida della propria auto e si è ferita lievemente. Anche in questo caso, il pirata si è dileguato a tutto gas. 

Subito sono cominciate le ricerche da parte della Municipale con tutto il personale a disposizione. Grazie alla targa annotata dai testimoni e al riscontro fotografico da parte delle vittime, nel giro di un’ora i vigili hanno raggiunto il giovane a casa: era in stato di ubriachezza (confermato dall’alcoltest) e aveva svitato la targa posteriore dall’auto, parcheggiata sotto il suo palazzo, pensando che nessuno l’avrebbe rintracciato, ma le ammaccature parlano da sole. 

da corriereadriatico.it


Era arrivato a smontare la targa posteriore dell’auto nella speranza che nessuno riuscisse a trovarlo. Ma non aveva fatto i conti con gli 007 della Polizia Municipale che l’hanno rintracciato in tempo record e sono andati a bussare alla sua porta per stanarlo e sequestrare il veicolo. (ASAPS)

Mercoledì, 11 Aprile 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK