Sabato 08 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Binasco e Casorate, doppio arresto per omicidio stradale

Sono il 21enne accusato di aver travolto e ucciso un venditore di rose a Cesano Boscone e il 29enne responsabile del tragico tamponamento di Lacchiarella

BINASCO. Un 21enne di Casorate Primo e un 29enne di Binasco sono stati arrestati per due distinti incidenti stradali mortali avvenuti nelle ultime ore nel Milanese.

Il 21enne si trova agli arresti domiciliari con l'accusa di favoreggiamento personale in relazione all'omicidio stradale di un 40enne dello Sri Lanka che alle 23.40 di sabato è stato investito e ucciso da un'auto di grossa cilindrata mentre era in sella alla sua bicicletta sulla strada Vigevanese, all'altezza di Cesano Boscone (Milano). I carabinieri hanno trovato sul luogo dell'incidente una targa tedesca, le ricerche hanno portato a un società di leasing e al 21enne come titolare del contratto di affitto dell'auto. Si sono presentati a casa sua a Casorate ma il giovane, incensurato, ha spiegato di non ricordare dove avesse parcheggiato e ha detto che l'auto gli è stata rubata. I militari del comando provinciale di Milano non escludono che possa essere lui il pirata della strada ma, al momento, hanno elementi solo per poterlo arrestare per favoreggiamento personale. L'auto non è stata ancora ritrovata.

Il binaschino, un impiegato di 29 anni, incensurato, è stato invece arrestato con l'accusa di omicidio stradale relativamente al tragico incidente avvenuto nella notte tra sabato e domenica in territorio di Lacchiarella. Il 29enne

si trovava alla guida nonostante un tasso alcolico superiore al consentito e ha tamponato violentemente una Panda su cui viaggiava un 56enne, che nella carambola seguita all'impatto è deceduto. L'impiegato, che si era fermato a prestare i primi soccorsi, è stato arrestato dai carabinieri.

da laprovinciapavese.gelocal.it


Gli arresti per Omicidio stradale (spesso con i domiciliari) si rinfittiscono. (ASAPS)

Mercoledì, 04 Ottobre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK