Giovedì 29 Settembre 2022
area riservata
ASAPS.it su

OMICIDIO STRADALE LA SODDISFAZIONE DI ASAPS – ASSOCIAZIONE LORENZO GUARNIERI E ASSOCIAZIONE GABRIELE BORGOGNI PER UNA LEGGE FORTEMENTE VOLUTA

E’ difficile contenere la soddisfazione per chi come l’ASAPS, e le associazioni Lorenzo Guarnieri e Gabriele Borgogni, ha raccolto oltre 80.000 firme  (primo firmatario Matteo Renzi) e ha scritto la prima stesura del testo sull’Omicidio stradale.
Consideriamo questo risultato la conclusione del primo tempo di una partita difficile nella quale le nostre associazioni hanno dovuto attivare una sorta di porta a porta sugli usci della politica, che nella prima fase ha opposto non poche resistenze.


Ci riserviamo una analisi di dettaglio del testo, ma ci sembra che gli elementi essenziali della nostra proposta iniziale ci siano tutti, con le dovute connessioni all’abuso di alcol, all’uso di stupefacenti e alla Omissione di soccorso. Le pene da 8 a 12 anni (fino a 18 per gli omicidi plurimi) e la revoca della patente da 15 a 30 anni,  ci sembrano una risposta adeguata. 


In particolare i tempi della revoca della licenza di guida se non sono Ergastolo della patente sono comunque sanzioni adeguatamente severe che fanno ben capire che la ricreazione sulla strada è finita. Non pensiamo certo che la legge possa da sola  andare ad azzerare la mortalità sulle strade, ma sicuramente sarà fortemente dissuasiva.
La norma perfetta, lo sappiamo,  non esiste e se ci saranno miglioramenti da apportare in futuro noi continueremo a sollecitare il legislatore.
Ora la legge dovrà però essere accompagnata da una più fitta rete di controlli e da efficaci campagne informative ed educative.
Ringraziamo chi ha sostenuto la nostra battaglia per raggiungere questo risultato e auspichiamo una approvazione definitiva alla Camera in tempi brevi per concludere un percorso di giustizia ritrovata!

Forlì 11 giugno 2015

ASAPS – ASS. LORENZO GUARNIERI – ASS. GABRIELE BORGOGNI


E ORA DRITTI VERSO L’APPROVAZIONE DEFINITIVA ALLA CAMERA!
Tanti non ci credevano che si arrivasse a questa legge, ma un altro importante, importantissimo passo è stato fatto. Eppure ci sono molti che ancora si lamentano per questo testo approvato al Senato. Certamente è migliorabile ma pene da 8 a 12 anni (fino a 18 per gli omicidi multipli, che arrivano a 27 anni per i pirati ubriachi o drogati che uccidono più persone!!) e la revoca della patente da 15 a 30 anni per i casi  di omicidio per chi  guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti e per chi si dà alla fuga dopo l’incidente non ci sembrano uno scherzo.
Oggi diciamo grazie alle associazioni Lorenzo Guarnieri e Gabriele Borgogni di Firenze con le quale abbiamo condiviso questo difficile percorso verso la legge sull’Omicidio stradale (ASAPS)


Giovedì, 11 Giugno 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK