Domenica 14 Aprile 2024
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 13/11/2014

Quando l'eroe non è una persona ma lo spirito di Colleganza, vuol dire che il nostro lavoro è ancora una missione
Un intervento della Lamborghini in ausilio a due colleghi della Polizia Locale trasforma un momento difficile in una giornata luminosa e serena

Di Giordano Biserni e Lorenzo Borselli

(ASAPS) – Lo chiamiamo “spirito di Colleganza” ma, attenzione, non è esattamente come alzare distrattamente il capo e accennare un saluto quando incroci qualcuno che fa il tuo stesso mestiere. Quella è educazione: c’est different.
La Colleganza  è qualcosa di diverso.
In tempi così difficili per chi si ostina ancora a credere che un mestiere può essere quasi una missione, la colleganza recupera il senso etimologico del termine e diviene alleanza. Avete presente i rinforzi? Nei film gli eroi se la vedono brutta e poi arrivano gli eroi, quasi sempre preceduti dalla tromba che suona la carica o da una sirena che diviene ogni secondo più vicina.

In una strada di non sappiamo quale provincia, due ragazzi della Polizia Locale erano intervenuti per un incidente nemmeno troppo grave, ma le macchine distrutte se ne stavano lì, in mezzo. Sarebbero serviti rinforzi per mettere in sicurezza la scena ma erano tutti troppo lontani e proprio quando uno vorrebbe arrabbiarsi, ecco sbucare una Lamborghini bianco-celeste.

Ma sì, quella che tutti sanno che c’è ma che pochi vedono. Così pochi che spesso i ragazzini ci domandano se esista davvero o se quel mostro che la Polizia Stradale usa per trasportare organi o per inseguire qualche supercar ad armi pari sia in effetti solo un mito, come la Kit di Michael Knight o come la Bat-Mobile che sbuca fuori dalla grotta di Bruce Wayne.
No: la Lamborghini esiste e mentre si avvicina accende il lampeggiante, si piazza in mezzo a protezione e dall’abitacolo scende un collega della Polizia Stradale.

Nei film sarebbe lui l’eroe, perché nei film gli eroi o sono belli o hanno mezzi super, e quando arrivano prendono in  mano la situazione, facendo il vuoto attorno a loro: “invece” è un poliziotto come loro, che sta trasferendo la Lambo da un ufficio all’altro e in ossequio a quello spirito di Colleganza di cui parlavamo prima, non solo si è fermato – che è anche un obbligo – ma si è messo a fare viabilità ai colleghi della Polizia Locale, riaprendo il traffico e consentendo a tutti di riprendere la propria strada.

La notizia, lo confessiamo, l’abbiamo rubata sulla pagina Facebook di Colleganza e proprio per ubbidire allo spirito della medesima abbiamo deciso di farla nostra e piazzarla in bella vista sul portale dell’ASAPS, che di certo, da moltissimi  anni, fa di tutto per mettere insieme i colleghi di tutte le divise.

Crediamo, così, anche di rendere omaggio al nostro stimato amico Antonello Di Mauro, fondatore della pagina Facebook e uomo di punta della Polizia Locale di Milano, in prima linea al contrasto dei falsi documentali, scomparso due anni fa.
Scrivono i colleghi, a proposito della Lamborghini: “nonostante la mattinata e i tre sinistri rilevati, oggi è una giornata luminosa e leggera...
La giornata giusta per ricordarti Antonello e per dirti che ci machi molto: manchi a tanti colleghi non solo della Polizia Locale ma anche della Stradale. E tu lo sai.  (ASAPS)

 

 

IL POST CHE ABBIAMO LETTO SULLA PAGINA FB COLLEGANZA
Colleganza. 
E forse siamo fortunati a lavorare in realtà ancora a misura d'uomo, dove la corrispondenza di Colleganza esiste e si salda con un saluto quando ci si incrocia, due chiacchiere dopo un intervento e un caffè. 
E non importa il colore della divisa o delle auto, non importano ruoli e gradi, non importa se ci si conosce già o no. 
E oggi la Polstrada, con solo l'autista della mitica Lamborghini, in transito sulla provinciale dove è appena accaduto un sinistro che si ferma. E ci fa viabilità per quasi un'ora, da solo, sino all'arrivo di altro personale. Col sorriso, con professionalità e con il vero spirito di Colleganza. 
Ci salutiamo sorridendo con semplicità e calore e ripartendo lui sventola la mano fuori dal finestrino del bolide bianco-azzurro come si farebbe con la propria utilitaria per salutare un amico incrociato per strada. 
Nonostante la mattinata e i tre sinistri rilevati, oggi è una giornata luminosa e leggera..


IN RICORDO DI ANTONELLO
Da un post letto sulla pagina FB di Colleganza lo spunto per una riflessione sul lavoro delle divise sulla strada e per ricordare il fondatore della pagina l’indimenticabile Antonello Di Mauro, uomo di punta nel contrasto al falso documentale presso la Polizia Locale di Milano in grande spirito di collaborazione con i nostri Chianca e Fazzolari. (ASAPS)

 

 

 



Giovedì, 13 Novembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK