Martedì 29 Novembre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 15/10/2012

La provincia di Padova,sensibile ai mini ciclisti, promuove la campagna “B.V. Bici Visibile”

Simonato Girolamo *
L’Assessore Gilberto Bonetto della Provincia di Padova e Andrea Draghi del Comune di Montagnana, durante una manifestazione sulla sicurezza stradale

La Provincia di Padova lancia “B.V. Bici Visibile”, l’iniziativa che promuove l’uso sicuro della bicicletta a partire dai più giovani e dagli studenti

 

Il progetto nasce dalle nuove disposizioni inserite nel Codice della strada che impongono l’uso obbligatorio di giubbotto, o bretelle retroriflettenti, per chi va in bicicletta fuori dai centri abitati e quando non c’è luce solare. “Sono norme introdotte recentemente – spiega l’assessore provinciale all’Educazione stradale Gilberto Bonetto al momento di illustrare l’iniziativa – e per questo ben pochi le conoscono. L’obbligo di indossare il giubbotto è valido per tutti, ma il nostro progetto è dedicato agli studenti padovani con l’obiettivo di promuovere la cultura della sicurezza anche tra i ciclisti, a partire dai più giovani”.
I dati elaborati nel 2008, gli ultimi disponibili, dicono, infatti, che in Italia sono morte 288 persone e sono rimaste ferite 14377 a causa di incidenti in bici. I sinistri mortali interessano fortunatamente in modo marginale i ragazzi con età inferiore ai 14 anni: 10 casi su 288, equivalenti al 3%. Più alta la percentuale di giovani feriti, il 7%. Bisogna rilevare, invece, che la maggiore incidenza di traumi al capo, in incidenti con la bicicletta, la si riscontra proprio nella fascia di età che coinvolge giovani e anziani. L'incidenza di questi infortuni in bicicletta, infatti, nella popolazione con più di 61 anni è di circa il 33% mentre è del 17% nella fascia d'età compresa tra gli 0 e i 14 anni, a fronte di un incidenza media dell'8% tra i ciclisti con età compresa tra i 21 e i 40 anni.
Proprio per limitare al massimo i rischi la Provincia ha lanciato la campagna “Bici Visibile”.
 “Abbiamo pensato di realizzare un percorso scolastico specifico – chiarisce l’assessore Bonetto – all’interno del quale organizzeremo incontri e colloqui formativi. Alle classi che parteciperanno consegneremo i giubbotti previsti dal Codice della strada e un piccolo vademecum per ricordare i nuovi obblighi di legge”. L’Assessorato all’Educazione stradale, infatti, ha realizzato 5mila giubbotti che verranno poi regalati alle classi partecipanti al progetto o che saranno distribuiti durante le manifestazioni dedicate alla sicurezza stradale. Saranno programmati, infatti, corsi specifici nel Parco di educazione stradale di Teolo e manifestazioni, in collaborazione con i Comuni, all’interno delle quali l’Assessorato consegnerà i giubbini retroriflettenti.
“Ci tengo a precisare – sottolinea l’assessore Bonetto – che ci è stato possibile portare Bici Visibile nelle scuole, grazie alla sponsorizzazione di alcune aziende nostre partner”.
Questa Provincia, sensibile alla tematica sicurezza, alcuni anni fa ha fornito a tutti gli studenti della provincia che frequentavano corsi di sicurezza stradale, organizzata dai comandi di Polizia Locale un caschetto protettivo da utilizzare in bici.
 

Studenti con il casco e giubbino messi a disposizione
dell’Assessorato alla Sicurezza della Provincia di Padova

Inoltre, presso il comune di Teolo (PD) hanno costruito un campo scuola dotato di aule e percorso stradale.
I ragazzi, sia in bici che in ciclomotore, che vengono accompagnati dai rispettivi istituti scolastici, prima passano nell’aula dedicata alla teoria, dove agenti di Polizia Locale impartiscono lezioni sul comportamento da tenere sulla strada.
La seconda parte dell’incontro è dedicata alla pratica, dove gli studenti, muniti di giubbino e casco protettivo, con le bici messe a disposizione della Provincia patavina, devono cimentarsi nel percorso stradale, con segnaletica verticale, orizzontate e luminosa,  sotto l’attenta vigilanza della Polizia Locale.

 

Comandante P.L. Montagnana *

 

 

 

 

 

Lunedì, 15 Ottobre 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK