Lunedì 24 Giugno 2024
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Notizie brevi 09/05/2012

Finanziere ucciso, arrestato il pirata della strada
L'incidente è avvenuto sulla via Nazionale Adriatica, la vecchia statale, a Savignano Mare Antonio Coreno, appuntato della guardia di Finanza in servizio a Prato, era stato travolto da un'auto pirata mentre si era fermato soccorrere la compagna rimasta in panne

Da inizio anno l'Osservatorio il Centauro - ASAPS ha già monitorato 302 episodi, con 35 morti e 382 feriti. Un pirata  su 4 è ubriaco o drogato. 20% gli stranieri in fuga

Il luogo dell'incidente - Foto da Romagnanoi.it

PRATO, 8 maggio 2012 - I carabinieri di Cesenatico hanno identificato, e arrestato, il pirata della strada che domenica mattina ha investito e ucciso Antonio Coreno, 40 anni, appuntato della guardia di finanza in servizio a Prato. Ouledoumo Abdelouahid, marocchino di 31 anni, diversi precedenti per guida in stato di ebbrezza, e' ora accusato di omicidio colposo, omissione di soccorso e guida senza patente. I militari dell'Arma lo hanno rintracciato a Bellaria (Rimini), da dove probabilmente era pronto a darsi alla fuga. Erano le sei del mattino di domenica scorsa, quando forse l'alta velocità o uno stato di alterazione psico-fisica dovuto all'abuso di sostanze alcooliche, il marocchino ha investito il militare delle Fiamme gialle. Questi era arrivato pochi minuti prima per soccorrere la compagna rimasta in panne alla guida di una Opel Corsa, quando in Via Romea a Gatteo a Mare, all'altezza del civico 9, è sopraggiunta a forte velocità una Fiat Punto bianca che, dopo aver colpito in pieno il giovane finanziere, ha terminato la propria corsa pochi metri dopo.

L'auto in panne che Coreno stava spingendo
Foto Romagnanoi.it

Il pirata, spaventato probabilmente perché privo della patente di guida o forse perché consapevole che il veicolo era privo della copertura assicurativa, non ha esitato un istante e si è dato alla fuga. Inutili i soccorsi per Antonio Coreno, deceduto sul posto. I carabinieri di Savignano sul Rubicone e del Nucleo operativo e Radiomobile di Cesenatico hanno attivato immediatamente le ricerche volte a identificare il pirata della strada e lunedì scorso hanno trovato e arrestato il marocchino. Era a Bellaria, pronto per darsi alla fuga. Infatti aveva contattato la ex ragazza ed il fratello, lasciando intendere con chiarezza che sarebbe partito a breve. L'uomo è stato portato nel carcere di Forlì.
 


da  lanazione.it

 

 

 


> I dati della pirateria del 2011



> Consulenza pirateria stradale

 

 

 


 

Mercoledì, 09 Maggio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK