Lunedì 24 Giugno 2024
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 26/01/2012

Riflessioni sul popolo sovrano

di Michele Leoni
Foto di repertorio dalla rete

Uno dei canovacci più inflazionati nel dibattito politico negli ultimi vent’anni è il riferimento al “popolo sovrano”, il quale sarebbe l’unico titolare del potere di indicare chi lo deve governare. A dire il vero, la Costituzione dice cose diverse: il popolo, in Italia, non sceglie chi lo deve governare (il premier), ma i propri rappresentanti in Parlamento, i quali esercitano questa funzione senza vincolo di mandato. Il che significa che le maggioranze si formano e si disfano in Parlamento, ed è il Parlamento che sostiene il premier.

Ma lasciamo perdere queste oziose ed elementari riflessioni di tipo costituzionale. Facciamo finta che davvero il popolo sovrano si scelga, in una forzata Costituzione materiale, il premier. In questo passaggio storico il problema più importante è un altro, e cioè che popolo sovrano è anche e soprattutto un popolo indebitato. La domanda che ne consegue, a questo punto, è se nel concetto di sovranità rientri anche la facoltà di non pagare i debiti.

 

Leggi l'articolo

 

da Il Centauro n. 153

Giovedì, 26 Gennaio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK