Sabato 15 Giugno 2024
area riservata
ASAPS.it su

Travolto e ucciso "Noi, parenti delle vittime abbandonati nella lotta per avere solo la verità"

Gioia Bucarelli lotta da 4 anni e mezzo per ottenere giustizia per la morte del compagno Huub Pistoor, portando la battaglia fino alla Corte Europea. Chiede che siano coinvolti nelle indagini i responsabili della manutenzione dei veicoli. La Procura ha citato a giudizio il conducente. La lentezza della giustizia italiana è una ulteriore conferma.

fonte da: ilrestodelcarlino.it

di Silvia Santini
Dal giorno del tragico incidente, la compagna di Huub Pistoor, Gioia Bucarelli, si batte in ogni sede per avere giustizia. Instancabile, porta avanti una battaglia che l’ha portata fino alla Corte Europea. Che cosa chiede?

"Noi chiediamo da quattro anni e mezzo che siano coinvolti nelle indagini i responsabili delle revisioni e della manutenzione dei veicoli. Lo stato di usura e la pessima manutenzione vengono infatti riconosciute dalla Procura come cause del sinistro e del decesso di una persona ma non si ritiene opportuna la celebrazione di un processo. Tutto ciò è incomprensibile e assurdo per i familiari di Huub in Italia e in Olanda. Il conducente ha una parte di responsabilità. Non si può ignorare completamente il suo comportamento successivo al sinistro. Per questo accogliamo con sollievo la citazione a giudizio da parte della Procura. Altre responsabilità le hanno coloro che hanno permesso la circolazione di mezzi pesanti pericolosi con gravi inefficienze tecniche. Non possiamo accettare che ci siano società di trasporto merci che mettono a repentaglio l’incolumità pubblica. Indagini accurate possono prevenire altre tragedie, sono un segno di rispetto per le vittime e per tutti i cittadini utenti della strada".


Continua la battaglia senza sosta di Gioia Bucarelli per dare giustizia al suo compagno Huub Pistor travolto e ucciso dal rimorchio di un camion sganciatosi dalla motrice. (ASAPS) 

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

 

E PER ISCRIVERTI ALL'ASAPS

Mercoledì, 23 Agosto 2023
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK