Giovedì 17 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

TRASPORTO COSE PER CONTO DI TERZI IN VIOLAZIONE DELLE PRESCRIZIONI E DEI LIMITI INDICATI NELLA CARTA DI CIRCOLAZIONE DEL VEICOLO
- CHIARIMENTI -

di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**
Foto Coraggio - archivio Asaps

La presente ipotesi sanzionatoria - che si applica nel caso di trasporti per conto di terzi disposti con veicoli aventi massa complessiva a pieno carico superiore a 6 tonnellate - è espressamente richiamata dall’art. 88, comma 3, del Codice della Strada, che punisce con le sanzioni di cui all’art. 46, commi 1 e 2, della legge n. 298/1974 chiunque violi «le prescrizioni e i limiti indicati nell’autorizzazione o nella carta di circolazione» (ad esempio, utilizzi senza titolo un veicolo intestato ad altra impresa, anche se acquistato usato ma non ancora volturato ed intestato a proprio nome, oppure locato senza conducente da altra impresa non iscritta all'Albo o locato con conducente, effettui il traino di un rimorchio sebbene vietato oppure traini un rimorchio immatricolato ad uso proprio o locato da impresa estera, ovvero utilizzi un veicolo preso in sublocazione o sub comodato oppure acquisito in disponibilità temporanea in una forma...



>Leggi l'articolo

 




Un altro interessante articolo di chiarimento sul trasporto merci. (ASAPS)

Lunedì, 26 Ottobre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK