Sabato 26 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

LE INTERRUZIONI NEI TEMPI DI GUIDA

di Franco MEDRI* e Maurizio PIRAINO**
Foto Coraggio - archivio Asaps

Si definisce interruzione “ogni periodo in cui il conducente non può guidare o svolgere altre mansioni e che serve unicamente al suo riposo”.
Dopo un periodo di guida di quattro ore e mezza, il conducente osserva un’interruzione di almeno 45 minuti consecutivi a meno che non inizi un periodo di riposo.

Durante l’interruzione il conducente non può effettuare altri lavori; pertanto il tempo di attesa e il tempo non dedicato alla guida passato in un veicolo non in movimento, una nave traghetto o un treno non sono considerati altri lavori.
Questa interruzione può essere sostituita da un’interruzione di almeno 15 minuti, seguita da un’interruzione di almeno 30 minuti che devono essere “intercalate nel periodo di guida” in modo da assicurare l’osservanza della prescrizione generale....



>Leggi l'articolo

Giovedì, 15 Gennaio 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK