Sabato 13 Luglio 2024
area riservata
ASAPS.it su

Guidare con il maltempo, i consigli dell'Asaps

L'Associazione amici della polizia stradale diffonde un breve decalogo per gli automobilisti che si trovino a dover fronteggiare situazioni di pericolo. Poche norme da tenere a mente per viaggiare in sicurezza anche con forti piogge. E se non è proprio necessario mettersi al volante, meglio rimandare

Cosa fare in caso di allagamenti, esondazioni o rischio frane? Molti guidatori già lo sanno, ma un veloce ripasso non fa male a nessuno. Ecco il decalogo dell’Associazione Amici Polizia Stradale con i consigli di guida in condizioni meteo avverse: innanzitutto prima di mettersi al volante è bene informarsi sul meteo che incontreremo lungo tutto l’itinerario da seguire, per prepararsi ad affrontare le varie situazioni che si possono presentare durante il viaggio. Siccome alcuni eventi atmosferici possono mutare “è utile sintonizzare la radio sulle frequenze dedicate all’informazione per gli automobilisti, come Isoradio”, per essere aggiornati in tempo reale non solo della percorribilità di alcuni tratti ma anche di eventuali problemi o deviazioni per incidenti.
 
“Nel caso di allerta meteo della Protezione civile o della Polizia stradale”, continuano dall’Asaps, “sarebbe meglio evitare di mettersi in viaggio se non strettamente necessario”, anche per evitare di intralciare i soccorsi. Ma se proprio non possiamo fare a meno di partire, occhi bene aperti “nel caso in cui si attraversi una zona particolarmente colpita dagli eventi e si abbiano delle avvisaglie di pericolo è meglio fermarsi e cercare un punto dove ripararsi in assoluta sicurezza, evitando di rimanere vicino a ponti, cavalcavia, fiumi, golene”. E’ importante evitare di fermarsi o rimanere incolonnati anche su strade con scarpate, fossi o cascate d’acqua limitrofe. In quei casi meglio allontanarsi e cercare uno spazio aperto lontano da cadute d’acqua o scarpate scoscese.

 

Anche i sottopassaggi con forte pendenza andrebbero evitati, il maggior pericolo in quei casi è di non riuscire a stabilire la profondità e il livello dell’acqua e finire inghiottiti dalla pozza. “Se si hanno bambini o anziani a bordo, portare al seguito acqua, latte e biscotti per improvvise e prolungate interruzioni del traffico. Non si parte per una guerra, ma una condizione improvvisa e difficile possiamo trovarla lungo il nostro percorso”, proseguono dall’Associazione.

Le ultime indicazioni dell’Asaps sono di carattere più generale: “Il giubbetto retroriflettente dovrà essere sempre tenuto a portata di mano e non nel bagagliaio. Ricordarsi di avere calzature adeguate e parapioggia. E’ utile anche avere al seguito una torcia elettrica (funzionante), una fune robusta e lunga almeno 5-6 metri e il cellulare sempre carico per chiamare i numeri di emergenza”. E va da sè che, al di là delle condizioni estreme, moderare la velocità e limitare al massimo le distrazioni siano buone norme da seguire sempre, sia con la pioggia che con il sole.

 

di Silvia Bonaventura
da repubblica.it/motori

 


 

La nostra scheda con i consigli per la guida con forte maltempo ripresa da Repubblica Motori. (ASAPS)

 

 

 


Martedì, 26 Novembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK