Mercoledì 06 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Circolari 30/11/2005

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Smaterializzazione del certificato di conformità

Circolare Prot. 261/D.T.T. del 25/11/2005

Ministero
delle Infrastrutture e dei Trasporti

 

Prot. 261/D.T.T.

del 25/11/2005

 

 

OGGETTO:

smaterializzazione del certificato di conformità. 

 

 

Ai direttori dei SIIT
Loro sedi
Agli uffici provinciali
Loro sedi
e p.c. All’Anfia
via Piemonte 32
00187 Roma
All’Unrae
Via Abruzzi 25
00187 Roma
All’Ancma
Via Mauro Macchi
20124 Milano
Alla Federaicpa
Via nomentana 248
00162 Roma
All’ACI
Via Magenta 5
00185 Roma

 

Oggetto : smaterializzazione del certificato di conformità

 

L’utilizzo sempre più diffuso di strumenti informatici nella semplificazione dei procedimenti amministrativi, ha consentito di introdurre una fondamentale innovazione nella procedura di immatricolazione dei veicoli destinati al mercato italiano.
Come è noto le case costruttrici da oltre dieci anni trasmettono per via telematica al centro elaborazione dati di questa Amministrazione, per ognuno dei suddetti veicoli, una terna di dati (telaio, omologazione, codice antifalsificazione) necessaria ai fini dell’immatricolazione. L’assenza di tali terne negli archivi centralizzati impedisce di fatto il rilascio della carta di circolazione e di conseguenza l’immatricolazione dei veicoli stessi.
A partire dal 5 dicembre p.v le case costruttrici potranno aderire alle nuove modalità immatricolative trasmettendo le singole terne soltanto dopo che siano state perfezionate le procedure tra i soggetti interessati (costruttori, banche, concessionari) propedeutiche alla fase di immatricolazione. E’ evidente che in tal caso la trasmissione dei flussi di dati su rete sicura e con procedure applicative, sviluppate per gestire l’acquisizione delle informazioni, aumenta le garanzie contro eventuali frodi o falsificazioni dei documenti stessi, facendo assumere alle terne dei dati una valenza diversa rispetto a quella attuale.
La casa costruttrice, nel caso di adesione alla nuova procedura, comunicherà a questa direzione tale decisione e per i veicoli interessati produrrà all’atto dell’immatricolazione esclusivamente la “dichiarazione per l’immatricolazione”, stampata su carta semplice secondo il facsimile allegato. Sarà cura dello scrivente aggiornare, tramite comunicazione agli uffici periferici con file-avvisi, l’elenco delle case che aderiranno alla cosiddetta procedura di “smaterializzazione del certificato di conformità” e fornire le istruzioni operative necessarie agli uffici per verificare attraverso procedura informatica e con tabulato il giorno successivo all’immatricolazione, i telai per quali è stata operata tale smaterializzazione.
Per i telai suddetti la casa costruttrice manterrà un originale del certificato di conformità e trasmetterà alla divisione 10 (ex Mot 6) della Direzione Generale Motorizzazione, su supporto non riscrivibile e con cadenza mensile per i veicoli già immatricolati, nelle more dell’attivazione della trasmissione telematica, un ulteriore originale della dichiarazione come documento informatico sottoscritto con firma digitale secondo le modalità previste dal Dlgs n. 82 del 7 marzo 2005 (codice dell’amministrazione digitale). Si ribadisce che per i veicoli, per i quali è stata trasmessa la terna con le nuove modalità, non dovranno essere presentate agli sportelli degli uffici del Dipartimento le dichiarazioni di conformità su carta filigranata, che saranno comunque disponibili presso il costruttore per eventuali verifiche o controlli. Per le dichiarazioni di conformità in questione dovrà essere assolta l’imposta di bollo secondo le modalità attualmente in uso.

 

Il CAPO DEL DIPARTIMENTO
(Ing. Amedeo Fumero)

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

Mercoledì, 30 Novembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK