Sabato 18 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 09/04/2024

Campogalliano, chiama la polizia per fare denuncia ma finisce per essere lui l’arrestato

Il 65enne era in auto con l’ex compagna, a cui però non poteva avvicinarsi

CAMPOGALLIANO. Chiama la polizia perché qualcuno gli aveva ammaccato la macchina mentre era parcheggiata. Ma poi finisce per essere lui l’arrestato. L’episodio singolare è accaduto martedì pomeriggio nell’area di servizio Campogalliano ovest, sull’A22.

COSA E' SUCCESSO

Erano le 15.45 circa quando un 65enne, originario di Bari ma residente a Canazei (in Trentino) ha dato l’allarme dopo aver ritrovato l’auto danneggiata nel parcheggio, da parte di qualcuno che poi era scappato. Sul posto è subito sopraggiunta la polizia Stradale di Modena Nord. Che però non ha solo avviato le ricerche del danneggiatore. Facendo verifiche sull’identità dell’uomo, ha scoperto che era gravato dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento alla ex compagna, nell’ambito di un codice rosso attivato per maltrattamenti aggravati. Solo che la donna, una 38enne, stava viaggiando in macchina con lui e con i loro due bimbi. Lei ha spiegato che si trovava lì di sua volontà, senza costrizione, perché voleva fare il viaggio verso Bari con lui e i bambini. Pare infatti che la coppia in quest’ultimo periodo si stia riappacificando. Però l’articolo 387 bis del Codice penale è chiaro: l’arresto è obbligatorio per chi viola un divieto di avvicinamento.

IN TRIBUNALE

Così dunque è stato per il 65enne, che ieri mattina difeso dall’avvocato Marco Carlino (in sostituzione di Nadia Ianes) è comparso davanti al giudice Roberto Mazza per la direttissima. Lo stesso pm Monica Bombana ha chiesto la scarcerazione per il 65enne, non ravvisando l’esigenza di applicare alcuna misura cautelare nei suoi confronti, dato che la compagna era in macchina con lui senza alcuna costrizione. E così ha ribadito l’avvocato. Il giudice ha convenuto: pur convalidando l’arresto, ha rimesso in libertà l’uomo, con processo rinviato al 26 giugno. Ovviamente resta il divieto di avvicinamento: la compagna dovrà trovare un modo diverso per andare in Puglia.

da gazzettadimodena.it

 

 


 

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 



Martedì, 09 Aprile 2024
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK