Mercoledì 21 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 07/12/2023

LA SODDISFAZIONE DEI FAMILIARI PER IL RIGETTO DEL GIUDICE DELLA RICHIESTA DI PATTEGGIAMENTO DEL CAMIONISTA “PIRATA” CHE HA TRAVOLTO CARLO REBELLIN
“Una condotta orribile che merita una pena più severa di quella proposta” commenta il fratello Carlo, confidando in una condanna esemplare al processo che inizierà il 22 aprile

E’ stata accolta con grande soddisfazione dai familiari del campione di ciclismo vicentino la decisione del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Vicenza, dott. Roberto Venditti, nell’udienza tenutasi nella mattinata di oggi, giovedì 7 dicembre 2023, di rigettare la richiesta di patteggiamento presentata, per il tramite del proprio legale, da Wolfgang Rieke, il camionista tedesco che ha travolto e ucciso a soli 51 anni Davide Rebellin dandosi poi alla fuga: una proposta inizialmente per una pena di due anni e undici mesi, poi riformulata in extremis (nella mattinata di ieri, 6 dicembre) in tre anni e undici mesi, e che pure aveva ottenuto l’assenso del Pubblico Ministero titolare del relativo procedimento penale, il dott. Hans Roderich Blattner. In estrema sintesi, una condanna troppo lieve secondo in Gip in relazione non solo al gravissimo comportamento tenuto dall’autotrasportatore, per di più recidivo, dopo il sinistro, ma anche per la negligente condotta di guida nell’affrontare la rotatoria “teatro” del dramma senza azionare l’indicatore di direzione ma anche a velocità troppo sostenuta.

Una buona notizia che arriva peraltro all’indomani del primo anniversario del tragico incidente, accaduto il 30 novembre 2022, a Montebello Vicentino. L’imputato è stato dunque rinviato a giudizio, dovrà sostenere il processo per il reato di omicidio stradale e con l’‘aggravante della fuga e comparire in aula nell’udienza già fissata al 22 aprile 2024. E nel frattempo dovrà rimanere nel carcere di Vicenza, dove è attualmente detenuto, da agosto.

Siamo soddisfatti di questo rigetto e ringraziamo ancora la magistratura per il lavoro svolto e per l’attenzione riservata al caso di Davide” ha commentato il fratello Carlo che, come gli altri congiunti dell’atleta, non se l’è sentita di presenziare in aula: a rappresentare la famiglia c’erano il suo legale, l’avv. Davide Picco del Foro di Vicenza, e Alessio Rossato, l’Area manager Vicenza di Studio3a-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini a cui si sono affidati tutti i familiari, compresa la moglie, della vittima e che ha già ottenuto per i propri assistiti il risarcimento integrale dalla compagnia di assicurazione del mezzo pesante che ha investito e schiacciato la bici da corsa del campione che si stava allenando.

E’ un ulteriore e coerente segnale – prosegue Carlo Rebellin – dell’ottimo operato della magistratura berica che in questi mesi ha anche sempre respinto con decisione le reiterate richieste di arresti domiciliari presentate dall’avvocato dell’imputato. Ora aspettiamo con ansia l’udienza del 22 aprile, e confidiamo in una condanna più pesante ed equa rispetto a quella proposta nel patteggiamento: se il giudice l’ha rigettata significa che lui per primo non l’ha ritenuta congrua al crimine commesso

Ho sempre sostenuto – conclude il fratello di Davide Rebellin – che un incidente può succedere, ma il comportamento tenuto da Rieke dopo l’investimento fa troppa rabbia: il video del sinistro, che abbiamo visto più volte, documenta chiaramente come sia rimasto sul posto per diversi minuti accanto al corpo esanime di mio fratello per poi scappare approfittando del fatto che non c’era nessuno a fermarlo. Capisco l’agitazione del momento, ma poi ha avuto tutto il tempo per riflettere su ciò che ha commesso; anche le scuse ce le ha inviate dopo mesi, e presumibilmente sono state dettate dal suo avvocato. Una condotta orribile che va perseguita e punita adeguatamente”.

 

 


 

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 

Giovedì, 07 Dicembre 2023
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK