Venerdì 24 Giugno 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 23/06/2022

Incidenti stradali, rischio +25% con il caldo

In estate, con le temperature che sfiorano - e in alcuni casi superano - i 40 gradi, il rischio di incidente stradale aumenta fino al 25% rispetto agli altri periodi dell'anno. Lo afferma uno studio pubblicato dalla Fondazione spagnola per la Sicurezza Stradale (Fesvial).

"Rischioso come l'alcol"

Secondo l'analisi, una temperatura di 35 gradi all'interno di un veicolo può innalzare i rischi a livelli simili a quelli che si verificano sei il guidatore è sotto l'influenza di un livello di alcol nel sangue compreso fra 0,5 e 0,8 gr/litro. "La complessa attività di guida è fortemente influenzata da variabili esterne come il forte caldo, una situazione che, secondo gli studi, ha un impatto diretto e pericoloso sulle capacità psicofisiche degli automobilisti", si legge nello studio. "Oltre i 35 gradi all'interno di un veicolo è stato dimostrato che circa il 20% dei segnali stradali non viene percepito e gli errori gravi da parte dei conducenti aumentano fino al 35%".

"L'attenzione diminuisce"

Lo studio di Fesvial conferma gli effetti del calore sui conducenti provocano un notevole aumento dei comportamenti aggressivi e delle infrazioni, soprattutto per eccesso di velocità eccessive, al fine di raggiungere al più presto la desinazione. "Con il forte caldo aumentano la stanchezza e l'affaticamento, ed è comune la comparsa di una forte sonnolenza, producendo anche un aumento dei tempi di reazione del guidatore e una maggiore propensione alla comparsa di distrazioni. L'attenzione diminuisce al punto che gli specchi retrovisivi vengono guardati il 50% in meno".

"Con temperature elevate e luce forte si ha un maggiore affaticamento degli occhi e si possono percepire effetti ottici sulla strada, dovuti essenzialmente all'aria calda sprigionata dall'asfalto. Tali circostanze, unitamente a lievi vertigini, determinano un'alterazione significativa della percezione dell'ambiente, che può essere particolarmente grave per la corretta percezione della segnaletica orizzontale".

Prima di iniziare il viaggio, il veicolo deve essere ben aerato e ventilato - ricorda la nota - aprendo completamente i finestrini e le portiere, e ripetendo alcune volte l'apertura e chiusura di queste ultime per far fuoriuscire l'aria calda dall'interno. L'aria condizionata va mantenuta in funzione da fermo fino a quando l'abitacolo non raggiunge una temperatura adeguata tra 20 e 24 gradi.

da lautomobile.aci.it

Giovedì, 23 Giugno 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK