Mercoledì 21 Ottobre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 23/05/2020

Oggi l’ultimo  saluto a Domenico Mazzilli
Il funerale si terrà alle 14,45 a Milano nella Chiesa di Sant’Ambrogio
Tanti tantissimi i ricordi postati sulla pagina dell’ASAPS
Abbiamo avuto l’onore di  condividere con Domenico l’amore per la Specialità negli anni “migliori della nostra vita”

Si terranno oggi alle 14,45 le esequie di Domenico Mazzilli presso la Chiesa Sant’Ambrogio nella sua città, Milano,  dove viveva da tanti anni.
Domenico Mazzilli  76 anni è stato sicuramente una parte importante nella storia della Polizia Stradale dagli anni ‘70 fino al 2009. Una vera bandiera che ha percorso tutto il cammino nella Polizia  in larghissima parte con lo scudetto del Centauro sulla giacca di funzionario, anzi per
Mimmo era cucito sulla pelle! Mi piace ricordare qui che  Mazzilli fin dagli anni’70 ha comandato via via numerosi reparti. La sezione di Sondrio, il COA di Milano, le sezioni di Como e Brescia, poi quella di Milano che sarebbe diventata la sua città di adozione. Assunse negli anni ‘80 il comando del suo primo Compartimento in Calabria, di seguito il Compartimento Liguria e quello storico della Lombardia. E’  stato per tanti anni la vera anima dell’organizzazione della sicurezza del Giro d’Italia con i motociclisti della Stradale. Mazzilli è poi stato nominato Questore di Mantova, successivamente Direttore del Servizio Polizia Stradale al Dipartimento della P.S. dal 2002 al 2004. Dal gennaio 2005 è stato Questore di Trieste e ha concluso la sua carriera nel 2009 come Presidente dell’Osservatorio per le Manifestazioni Sportive.
Domenico Mazzilli è stato però soprattutto un vero “stradalino” con i 40 anni trascorsi ai vertici della Specialità ed era stimato e amato dal personale  come poche come volte ci è stato dato di vedere. Ne sono testimonianza trasparente le centinaia di messaggi di cordoglio, molti lo hanno definito un vero Comandante, carismatico, pragmatico, sempre presente, capace di “fare squadra”, anche nelle situazioni giudicate “impossibili” per gli altri ma non per lui. Un suo collega dirigente ci ha scritto: “Ha guidato i suoi uomini con carisma personalissimo, anticipandone sempre le necessità. E ha suscitato vivissimi consensi nella società civile nelle quali ha operato”.  I suoi agenti e collaboratori lo hanno definito spesso un vero Capo, ma anche un padre.
La pagina Face Book dell’ ASAPS è stata inondata di post non solo di rito, ma anche di numerosi ricordi dei tanti agenti, sovrintendenti e ispettori che hanno diviso con lui una fetta del percorso della loro vita con la divisa della Stradale e che oggi lo hanno voluto ricordare e salutare per l’ultima volta.
Raccoglieremo quei messaggi per consegnarli alla moglie e ai figli di Domenico Mazzilli.
L’ASAPS ha voluto ricordare il funzionario, ma soprattutto l’Uomo che personalmente ho avuto l’onore di conoscere e stimare,  condividendo con lui e tanti altri l’amore per la Specialità negli anni “migliori della nostra vita”.
Onore a te Mimmo e grazie di tutto.

 

Giordano Biserni
Presidente ASAPS 

Sabato, 23 Maggio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK