Lunedì 21 Settembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 06/05/2020

Annuncia il suicidio in un video mentre guida in autostrada ad alta velocità: fermato e salvato

Il protagonista è stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza e riaffidato alla madre

Gli agenti della polizia stradale hanno trovato e salvato un ragazzo che aveva intenzioni suicide. Domenica sera, verso le 23.30, quando la pattuglia della Sezione di Milano di servizio presso la Barriera Milano Sud sulla A/1 in Nord (comune di Melegnano) ha intercettato un'autovettura Audi A3 che procedeva a velocità sostenuta.

Poco prima la centrale operativa della stradale di Bologna aveva diramato una nota per le ricerche di un veicolo analogo con a bordo un ragazzo straniero che si era allontanato dalla propria residenza di Modena manifestando intenti suicidi.

I poliziotti milanesi hanno bloccato l'auto e affidato alle cure ospedaliere il ragazzo di 21 anni che, in stato di ebbrezza alcolica e fortemente depresso per l'interruzione di  un rapporto affettivo, aveva filmato il suo intento suicida conducendo il veicolo in autostrada a fortissima velocità.

Il ragazzo è stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza alcolica e riaffidato, poi, alla madre.

 

Dove e come chiedere aiuto

Parlare di suicidio non è semplice. Se stai vivendo una situazione di emergenza puoi chiamare il 112. Se sei in pericolo o conosci qualcuno che lo sia puoi chiamare il Telefono Amico al numero 199 284 284 oppure online (qui), dalle 10 alle 24. Altrimenti puoi rivolgerti a Samaritans Onlus al numero verde gratuito 800 86 00 22 da telefono fisso o al numero 06 77208977

da milanotoday.it


Arrivati in tempo. “I poliziotti milanesi hanno bloccato l'auto e affidato alle cure ospedaliere il ragazzo di 21 anni che, in stato di ebbrezza alcolica e fortemente depresso per l'interruzione di  un rapporto affettivo, aveva filmato il suo intento suicida conducendo il veicolo in autostrada a fortissima velocità.  Il ragazzo è stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza alcolica e riaffidato, poi, alla madre.” (ASAPS)

Mercoledì, 06 Maggio 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK