Mercoledì 01 Febbraio 2023
area riservata
ASAPS.it su

Ubriaco alle 9 di mattina si mette alla guida dell'auto: multa esemplare

La polizia locale di Spresiano ha fermato un camionista che stava guidando la sua Opel lungo la Pontebbana con un tasso alcolemico di 3,02. Patente sospesa, l'uomo sarà processato

Aveva un tasso alcolico di 6 volte superiore al limite consentito ma, nonostante questo, ha deciso comunque di mettersi al volante della sua auto rischiando di mettere in pericolo decine di altri automobilisti lungo la Pontebbana.

Come riportato da "Il Gazzettino di Treviso" il fatto è avvenuto nel Comune di Spresiano. Il caso ha voluto che una pattuglia della polizia locale, ferma in coda e con all'interno la vicecomandante Paola Pol e Francesco Marsico, si sia accorta che dietro di loro stava arrivando un'Opel Grandland X con alla guida un uomo piegato sopra il cruscotto. Per evitare che l'auto tamponasse la volante, i vigili hanno suonato ripetutamente il clacson riuscendo a far fermare il guidatore. Inevitabile a quel punto il controllo con gli agenti che hanno fatto accostare il mezzo sottoponendo l'autista all'alcoltest. L'alito dell'uomo, un camionista 56enne residente nella zona, lasciava intuire da subito che il guidatore avesse alzato il gomito prima di mettersi al volante ma l'esito dell'etilometro è stato a dir poco sconcertante. Il valore registrato era di 3,02. Sei volte oltre il limite consentito per legge. Al guidatore è stata sospesa subito la patente. Oltre a una multa da diverse migliaia di euro da pagare, il 56enne sarà processato per essersi messo al volante in uno stato molto vicino al coma etilico rischiando di provocare una strage lungo la Pontebbana.
 

da trevisotoday.it


Bravi gli agenti! L’etilometro va fatto anche al mattino quando poi si riscontrano sorprese come questa con un conducente che alle 9 aveva un valore alcolemico di 3,02 g/l. Da non credere! (ASAPS)

Giovedì, 14 Novembre 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK