Venerdì 14 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/05/2019

"Non si è fermato all'Alt e ha investito un poliziotto", condannato un 26enne

Il giovane era finito sotto processo per le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Il giudice monocratico ha disposto - pena sospesa - un anno e due mesi di reclusione

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Rossella Ferraro, ha condannato - pena sospesa - ad un anno e due mesi di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali, Giuseppe Cammalleri, 26 anni, di Palma di Montechiaro. Il giovane - rappresentato e difeso dall'avvocato Santo Lucia -  era finito a processo per le ipotesi di reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali. Secondo l'accusa, il 12 novembre del 2015, "usava violenza nei confronti dell'assistente di polizia per opporsi ad un controllo sulla circolazione stradale, violenza consistita nel non ottemperare all'obbligo di fermarsi all'Alt impostogli mentre era a bordo del motociclo". Stando sempre all'accusa, il giovane avrebbe "accelerato l'andatura di marcia, ripiegandosi sul manubrio e colpendolo l'assistente di polizia alla gamba sinistra".

Il poliziotto, allora, rimase ferito e la prognosi dei medici fu di 15 giorni. Al giovane venne contestato anche di "non aver ottemperato all'obbligo di prestare assistenza al poliziotto che risultava ferito".

Il giudice della seconda sezione penale del tribunale di Agrigento ha ordinato la sospensione della patente di guida dell'imputato per un anno e 7 mesi e lo ha condannato al risarcimento dei danni subiti dalla parte civile costituitasi, da liquidarsi davanti al giudice civile competente. Il giudice ha, infine, ordinato la confisca del motociclo, in giudiziale sequestro, di proprietà dell'imputato.

da agrigentonotizie.it


Un altro comportamento deplorevole nei confronti di un agente. Condanna mite. (ASAPS)

Venerdì, 31 Maggio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK