Sabato 08 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/05/2019

All'esame della patente con documenti di altri connazionali
Tre denunce per i reati di falso

Sono stati denunciati ieri, lunedì 27 maggio, per i reati di falso e falsa attestazione a pubblico ufficiale, due pakistani di 27 e 31 anni e un indiano di 32 anni che si erano presentati alla Motorizzazione a sostenere l’esame teorico della patente al posto di altri connazionali. A scoprirli sono stati gli agenti della polizia stradale di Cremona guidati dal comandante Federica Deledda, che da sempre collaborano con i funzionari della Motorizzazione per impedire questi raggiri, purtroppo molto frequenti e che si ripercuotono sulla sicurezza stradale. Sono sempre più numerosi, infatti, gli stranieri che parlano a stento l’italiano oppure che non lo parlano affatto che per ottenere la patente per varie necessità, soprattutto per motivi di lavoro, barano all’esame, o presentandosi con auricolari o videocamere nascoste per farsi suggerire da qualcuno all’esterno, oppure, come in questo caso, inviando a sostenere l’esame connazionali che parlano l’italiano e che hanno più probabilità di conseguire la patente. Per scoraggiare qualsiasi tipo di escamotage e per scovare chi bara, da qualche tempo gli agenti della stradale affiancano i funzionari della Motorizzazione per ogni sessione di esame di teoria. Ieri si erano presentati in sei, tra pakistani e indiani. Tre di loro avevano sia il permesso di soggiorno che la carta di identità di altri connazionali. Per loro, una volta scoperti, è scattata la denuncia per falso.

Sara Pizzorni
da cremonaoggi.it


Ancora trucchi di stranieri per ottenere la patente italiana. (ASAPS)

Mercoledì, 29 Maggio 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK