Lunedì 22 Aprile 2019
area riservata
ASAPS.it su

QUANDO LA GIUSTIZIA VA K.O
di Giordano Biserni*
 

Il titolo del Sole 24 Ore dice già tutto: “Alcol alla guida, niente sanzioni penali anche con tasso doppio del limite
Lo ha ribadito la  Cassazione ed è solo la punta di un iceberg fatto di sentenze di merito che applicano sempre più spesso l’at.131 bis del C.P. quando il comportamento è di particolare tenuità (sic!) e non abituale. In sostanza si sta lentamente ma inesorabilmente depenalizzando la guida in stato di ebbrezza anche se si hanno valori alcolemici elevati, più del doppio del limite di legge. Questa è la certificazione anzi l’autocertificazione della crisi della giustizia. Prima stabilisco alcuni comportamenti ad alto rischio come reati poi li archivio perché il sistema non riesce a gestirli, la conferma ce la dà il fatto che la Guida in stato di ebbrezza è anche uno dei reati che ricadono più spesso sotto la mannaia della prescrizione.
Ora andate a spiegarlo ai due bambini a cui un ubriaco ha ucciso la mamma e il papà due settimane fa a Castelfidardo  o ai genitori del bimbo di Marostica a cui è stata amputata una gamba  investito con la sua famiglia da un ubriaco!
Per avere le condanne dobbiamo quindi aspettare che il conducente ubriaco investa qualcuno o si schianti contro una macchina o moto  e uccida??
Gli etilometri mancano per revisione permanente, i procedimenti si archiviano per fatto di particolare tenuità,  con quali risultati? Eccoli: nell’ultimo fine settimane si sono contati sulle strade 26 morti con i soli rilievi della Polizia Stradale e dei Carabinieri a cui si dovranno aggiungere poi i dati dei rilievi delle Polizie Locali e saremo ameno a 35 decessi.  Ah, 11 di quei 26 morti hanno perso la vita nelle notti del fine settimana. Qualcuno ve lo aveva detto? Intanto la guida con un valore alcolemico di 1,03 g/l,  reato secondo il CdS,  se non dai altri chiari segni di ebbrezza, se sei collaborativo, viene archiviato, finché poi magari uccidi. Può capitare... Pazienza. A chi tocca, tocca! (ASAPS)

*Presidente ASAPS

 
L’articolo di Maurizio Caprino de il Sile 24 Ore che spiega i contenuti della sentenza della Cassazione
>Alcol alla guida, niente sanzioni penali anche con tasso doppio del limite


La progressiva “depenalizzazione” di fatto della guida in stato di ebbrezza è ormai evidente. Se sei ebbro, ma non causi incidenti e sei collaborativo te la puoi cavare con archiviazione. E’ la conferma della crisi della giustizia e a seguire  anche della sicurezza.
Intanto gli incidenti sulle strade fanno segnare cifre record come nell’ultimo fine settimana con 26 morti! (ASAPS)

 

 


 

Mercoledì, 27 Marzo 2019
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK