Domenica 07 Giugno 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/11/2018

Barona
Spara con una pistola ad aria compressa in faccia ad un vigile: gli occhiali salvano l'agente

Il pallino metallico stava per centrare l'occhio. L'uomo è stato sottoposto ad un tso

Poteva finire davvero male ad un agente della polizia locale colpito da un pallino metallico sparato da una pistola ad aria compresa, che lo ha centrato a pochi centimetri dall'occhio, tanto da rompergli gli occhiali.

E' successo martedì sera durante un intervento in via Giacomo Watt, zona San Cristoforo a Milano. Due agenti della polizia locale stavano eseguendo un tso (trattamento sanitario obbligatorio), prelevando da casa un uomo affetto da patologie psichiche.

L'uomo, un 45enne affetto da disturbi psichici era agitatissimo e aveva una pistola in mano. Mentre arrivavano i rinforzi, l'uomo, che si era barricato in una stanza della casa, ha aperto la porta e sparato un colpo. Il pallino metallico ha ferito in faccia un agente e solo gli occhiali hanno impedito un danno maggiore. Nel frattempo l'altro agente è riuscito a disarmare il 45enne.

L'arma era una replica, senza tappo rosso. I due agenti della polizia locale hanno riportato complessivamente 10 giorni di prognosi, quello ferito in viso, e 3 giorni, quello che lo ha disarmato. In casa l'aggressore aveva altre due pistole analoghe.

da milanotoday.it


Il rischio sempre presente nella funzione di polizia.  "L'uomo, un 45enne affetto da disturbi psichici era agitatissimo e aveva una pistola in mano. Mentre arrivavano i rinforzi, l'uomo, che si era barricato in una stanza della casa, ha aperto la porta e sparato un colpo. Il pallino metallico ha ferito in faccia un agente e solo gli occhiali hanno impedito un danno maggiore. Nel frattempo l'altro agente è riuscito a disarmare il 45enne".(ASAPS)

Venerdì, 30 Novembre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK