Mercoledì 22 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 16/11/2018

Malore al volante, camionista salvato da un vigile urbano

L'agente della polizia municipale, fuori servizio, è intervenuto prontamente con il massaggio cardiaco

Prato, 14 novembre 2018 - Un camionista, colto da malore alla guida, è stato salvato da un agente  della polizia municipale fuori servizio. E' successo a Prato: il vigile urbano, terminato il proprio servizio, ha notato in via delle Badie, all'altezza della rotatoria con la via De Sanctis, un autocarro di traverso sul marciapiede con un uomo che, gridando, stava cercando di estrarre il conducente dal veicolo.

L'agente, prontamente fermatosi, ha subito visto che il conducente, un uomo italiano di 41 anni, appena estratto dal veicolo dalla persona che era con lui, si trovava in stato di incoscienza. L'agente ha allertato subito il 118 e a praticare il massaggio cardiaco, incitato anche dall'operatore del 118 che, informatosi sulle condizioni della persona a terra, ha compreso la gravità della situazione. L'ambulanza con personale medico a bordo è arrivata sul posto pochi minuti dopo per prestare le cure necessarie.

Grazie all'intervento dell'agente e all'arrivo tempestivo dell'ambulanza, l'uomo poco dopo ha ripreso conoscenza ed è stato identificato da una pattuglia nel frattempo giunta in ausilio. Da alcuni elementi raccolti sul posto, gli agenti hanno, subito, avuto il sospetto che il conducente avesse assunto sostanze stupefacenti; la patente dell'uomo è stata, pertanto, ritirata in maniera cautelativa in attesa dell'esito degli accertamenti richiesti. Nei giorni successivi, i sospetti sono stati confermati dal referto medico.

da lanazione.it


Grazie all'intervento dell'agente della Polizia Locale  e all'arrivo tempestivo dell'ambulanza, l'uomo poco dopo ha ripreso conoscenza ed è stato identificato da una pattuglia nel frattempo giunta in ausilio. Da alcuni elementi raccolti sul posto, gli agenti hanno subito avuto il sospetto che il conducente avesse assunto sostanze stupefacenti; la patente dell'uomo è stata, pertanto, ritirata in maniera cautelativa in attesa dell'esito degli accertamenti richiesti. Nei giorni successivi, i sospetti sono stati confermati dal referto medico. (ASAPS)

Venerdì, 16 Novembre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK