Mercoledì 25 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 05/10/2018

La Polizia ha arrestato a Sorbolo un ricercato campano. Non lo ha salvato la falsificazione della targa

La Polizia di Stato nel pomeriggio di ieri ha dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Benevento nei confronti di un pregiudicato quarantenne residente in Campania, per gravi reati contro la persona.

In particolare, personale della squadra di polizia giudiziaria della Polizia Stradale di Parma nell’ambito dei servizi predisposti per la prevenzione e repressione di reati commessi sulla rete stradale ed autostradale della provincia parmense, rintracciava e sottoponeva a controllo una autovettura Alfa Romeo 147 che, da alcuni giorni, era oggetto di segnalazione e ricerche per irregolarità della targa.

Infatti, la Polizia Municipale Unione Bassa Est Parmense Distretto Sorbolo – Mezzani, aveva segnalato e richiesto la collaborazione per il rintraccio del veicolo suddetto che più volte, proprio a causa della contraffazione della targa, aveva eluso il sistema di rilevamento automatico delle infrazioni attivo in quei comuni.

A seguito di tali accertamenti, nel primo pomeriggio di ieri, il conducente dell’autovettura sopraindicata veniva fermato in località Bogolese del comune di Sorbolo. I controlli compiuti sul veicolo permettevano di constatare la falsità della targa posteriore, che era stata contraffatta mediante l’alterazione del carattere alfabetico “G” trasformato in “C”.

Dal controllo di polizia emergeva inoltre che il conducente si era allontanato dalla propria residenza, ove era già stato sottoposto all’obbligo di dimora, facendo perdere le proprie tracce, e che il giudice delle indagini preliminari presso il Tribunale di Benevento aveva emesso un ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di cui l’art. 612bis Codice Penale.

Il medesimo, a seguito dell’esecuzione della misura cautelare, veniva associato presso la Casa Circondariale di Parma, nonché denunciato per la falsificazione della targa automobilistica; nel contesto erano altresì contestate violazioni amministrative al codice stradale con ritiro del patente di guida.

da parmadaily.it


Ci ha provato anche falsificando la targa, ma una pattuglia della Polizia Stradale di Parma lo ha smascherato, grazie anche alla segnalazione della Polizia Municipale della Unione Bassa Est Parmense. Ottima collaborazione. Bel lavoro! (ASAPS)
 

Venerdì, 05 Ottobre 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK