Lunedì 06 Aprile 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 27/11/2004

Roma - ACCORDO FRA GOVERNO E AUTOTRASPORTO

da "Avvisatore marittimo"

ACCORDO FRA GOVERNO E AUTOTRASPORTO

Sarà firmato nei prossimi giorni l’accordo sulla nuova piattaforma che sanerà alcune ferite aperte dell’autotrasporto. Il documento (elaborato proprio per dare una risposta alle principali criticità del settore) sarà sottoscritto soltanto da una parte dai rappresentanti della categoria e, ovviamente, dal governo.
Dopo i tre tavoli tecnici programmati nella scorsa settimana, sembra che sia stata sancita un’intesa sui punti discussi nei precedenti incontri. Un’intesa che, però, è stata accettata da otto associazioni su undici. E quelle che hanno dato l’ok saranno presto convocate a palazzo Chigi per formalizzare questo accordo. Il vertice decisivo era stato fissato per oggi, ma è stato rimandato per alcuni impegni del sottosegretario ai trasporti Paolo Uggè. Le parti hanno deciso di mantenere uno stretto riserbo sui contenuti del testo, di certo c’è stata la disponibilità del governo ad aiutare il sistema italiano dell’autotrasporto sull’aumento del gasolio: una situazione che sta mettendo in crisi tutto il comparto. Ed è stato questo l’elemento centrale intorno a cui gravitava la protesta degli operatori. Come misura di sostegno, avevano chiesto il ripristino delle accise del 2003. Un provvedimento per tamponare, almeno parzialmente, i disagi delle aziende. Sono sicuramente giorni intensi per mondo dell’autotrasporto che oggi scenderà in campo per altri appuntamenti importanti. A Roma, le organizzazioni sindacali e i portavoce del trasporto su gomma si riuniranno per continuare il percorso che porterà al rinnovo del contratto unico. In calendario, la discussione sulla direttiva 2215 che riguarda l’orario di lavoro dei conducenti. Infine, sempre oggi la commissione trasporti della Camera ha inserito, nell’ordine del giorno, la proposta di riforma del settore che era già stata licenziata dal Senato.


Sabato, 27 Novembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK