Venerdì 19 Aprile 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 27/12/2017

Roma, investe e uccide il compagno davanti a scuola: arrestato perché positivo al narco-test

Il 18enne è accusato di omicidio stradale. La vittima è uno studente quindicenne dell'istituto tecnico agrario di via Prenestina

Lo schianto, fortissimo, a pochi metri dal cancello di scuola e l'inutile corsa in ospedale. E' morto così  Federico Ghigiarelli, 15 anni, travolto dall'auto di un compagno di scuola mentre usciva dall'istituto tecnico agrario della Prenestina, alla periferia di Est di Roma. A provocare l'incidente uno studente di 18 anni che, risultato positivo al narco-test, è stato arrestato in serata. Il giovane fresco di patente, che  frequenta la stessa scuola della vittima, è accusato di omicidio stradale. Inoltre l'auto era sprovvista di assicurazione.

Secondo gli accertamenti predisposti dalla polizia municipale del VI gruppo, i risultati degli sesami sul diciottenne sono risultati, sebbene di poco, al di sopra del limite per gli oppiacei. Il ragazzo era inoltre al volante di una Fiat Bravo intestata al papà, una autovettura troppo grossa di cilindrata per essere guidata da un neo patentato. L'incidente è avvenuto stamattina in via Prenestina all'altezza del civico 1395, nella strada di accesso al cancello dell'istituto tecnico agrario Emilio Sereni. I ragazzi erano appena usciti dall'istituto nell'ultimo giorno prima delle vacanze di Natale. L'impatto è stato molto forte e all'arrivo dell'ambulanza del 118 Federico aveva vari traumi ed era anche in arresto cardiocircolatorio. Il ragazzo è stato trasportato d'urgenza in codice rosso al policlinico Tor Vergata, ma per lui non c'è stato nulla da fare.

Sul luogo dell'incidente è intervenuta la polizia locale per i rilievi. Ancora da chiarire l'esatta dinamica dell'investimento. In particolare se la macchina procedesse a forte velocità su quella stradina che porta al cancello della scuola. Non è escluso che il 18enne abbia superato un altro veicolo fermo, travolgendo il compagno. La macchina è stata posta sotto sequestro.
Sgomento tra docenti e amici. La preside ha organizzato una commemorazione l'8 gennaio nel piazzale interno dell'istituto. "Ci lasciamo turbati e affranti alla vigilia di queste festività natalizie ma al rientro è nostro desiderio incontrarci per un momento di riflessione e condivisione nel quale riscoprire la forza e la coesione della nostra comunità" ha scritto Patrizia Marina in una comunicazione pubblicata sul sito della scuola.
In lutto anche il calcio romano. Federico giocava negli Allievi fascia B dell'Atletico Torrenova. La società, in un post pubblicato sulla pagina Facebook, nell'esprimere il dolore ha sospeso le attività sportive. "Il presidente Alessio De Santis e tutta l'Asd Atletico Torrenova  - si legge - porgono le loro più sentite condoglianze alla famiglia Ghigiarelli per la scomparsa di Federico, unendosi profondamente al suo dolore".

 

da repubblica.it


La strada, un teatro di crudeltà. Ma si può morire a 15 anni nei pressi dell’istituto uccisi da un compagno di scuola di 18 anni neopatentato e positivo al narcotest??
“Secondo gli accertamenti predisposti dalla Polizia Municipale del VI gruppo, i risultati degli sesami sul diciottenne sono risultati, sebbene di poco, al di sopra del limite per gli oppiacei. Il ragazzo era inoltre al volante di una Fiat Bravo intestata al papà, una autovettura troppo grossa di cilindrata per essere guidata da un neo patentato.” Cosa vuol dire al di sopra del limite, sebben di poco...? Il limite è zero. E non ci sembra ci sia un limite entro il quale è consentito il consumo. (ASAPS)

Mercoledì, 27 Dicembre 2017
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK