Sabato 23 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 21/11/2004

Multato dalla Polizia In bicicletta sulla A14

Multato dalla Polizia
In bicicletta sulla A14
Un intervento insolito quello di ieri in autostrada per gli agenti della sempre puntuale ed efficace Polizia autostradale. L’allarme è scattato a Civitanova, direzione Sud. "C’è qualcuno che viaggia contromano" ma stavolta l’allarme è stato veramente originale: non si trattava di un ubriaco o di qualcuno veramente distratto che aveva imboccato l’A14 contromano senza accorgersene per poi mettere a repentaglio la vita propria e quella degli altri automobilisti in transito.
Stavolta la segnalazione arrivata all’Autostradale non era di quelle ad alto rischio: il veicolo marciava a trenta chilometri orari nella corsia dell’emergenza. In effetti già si potevano contestare due infrazioni: la velocità pericolosa e l’impegno della corsia di emergenza. Ma quando si è capito che il veicolo in questione era una bicicletta, gli animi si sono sollevati: il pericolo c’era ma non era così drammatico. L’Autostradale di Porto San Giorgio è comunque intervenuta com’era giusto per evitare situazioni di possibile rischio. L’inseguimento non è durato a lungo e il ciclista è stato fermato: si trattava di un albanese di 54 anni che è letteralmente caduto dalla nuvole. Non sapeva che in autostrada non si potesse andare in bici e aveva preso l’A14 pensando fosse la strada giusta.
L’uomo, residente a Porto Sant’Elpidio, è stato reso edotto delle norme del codice stradale che regolano l’accesso in autostrada e alla fine è stato multato: 33 euro per non aver rispettato il divieto di circolazione alle biciclette. Il viaggio dell’albanese residente a Porto Sant’Elpidio si è poi concluso lungo la strada statale dopo i consigli arrivati dalla pattuglia della Polizia Autostradale di Porto San Giorgio che ha appunto messo la parola fine al transito fuorilegge sulla A14, per giunta contromano.


Domenica, 21 Novembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK