Domenica 18 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/12/2004

AUTOSTRADE TEDESCHE "VIETATE"AI TIR ITALIANI - DAL 2005 SARA’ OBBLIGATORIO IN GERMANIA IL NUOVO PEDAGGIO ELETTRONICO Del Boca (Confartigianato): "Chiediamo l’intervento del governo"

Dall’ "Avvisatore Marittimo"

AUTOSTRADE TEDESCHE "VIETATE"AI TIR ITALIANI
DAL 2005 SARA’ OBBLIGATORIO IN GERMANIA IL NUOVO PEDAGGIO ELETTRONICO Del Boca (Confartigianato): "Chiediamo l’intervento del governo"

Dal prossimo mese di gennaio le autostrade tedesche rischiano seriamente di diventare ’off limits’ per gli autotrasportatori italiani a causa dell’inefficienza del nuovo sistema di pagamento dei pedaggi autostradali. L’allarme viene dal presidente di Confartigianato Trasporti, Francesco Del Boca, il quale sottolinea in una nota che "dall’inizio del prossimo anno entrerà in vigore in Germania il nuovo sistema di pagamento telematico dei pedaggi per gli automezzi di massa pari o superiore a 12 tonnellate che impone l’installazione a bordo del veicolo dell’apparecchiatura Obu (On Board Unit) della società Toll Collect". "Purtroppo - fa notare Del Boca - sarà impossibile pagare il pedaggio sulle autostrade tedesche perché il nuovo sistema non funziona. Infatti, le officine italiane non sono ancora autorizzate ad installare il dispositivo Obu sui camion italiani. Inoltre, i pochi Obu disponibili e montati da officine austriache o svizzere non funzionano. Non sono nemmeno disponibili le carte di credito necessarie per pagare il pedaggio. I telefoni della società Toll Collect a cui ci siamo rivolti per avere informazioni sono muti. Sulla rete autostradale tedesca, poi, manca la segnaletica in lingua italiana ed operatori in grado di fornire assistenza agli autotrasportatori". "E’ obiettivamente assurdo - sostiene Del Boca - imporre un sistema che non pur entrare in funzione e che provocherà enormi danni agli autotrasportatori italiani, ma anche al nostro sistema produttivo se si considera che l’Italia è al secondo posto in Europa per l’interscambio commerciale con la Germania". Con queste premesse. il presidente di Confartigianato Trasporti rivolge un appello alla presidenza del Consiglio affinché intervenga urgentemente nei confronti del governo tedesco per chiedere un rinvio dell’entrata in vigore del nuovo sistema di esazione dei pedaggi autostradali. "Si tratta - aggiunge il rappresentante del trasporto su gomma - di una proroga indispensabile per evitare conseguenze gravi ed imprevedibili per il comparto dell’autotrasporto merci e per il sistema Paese".

 









Giovedì, 30 Dicembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK