Martedì 21 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 16/12/2016

Consegnati ai Vigili del Fuoco i mezzi sequestrati nell'inchiesta Aemilia

Oggi la cerimonia a Modena, presenti autorità antimafia e istituzioni. Ben 39 autocarri sequestrati alle aziende di Giuseppe Giglio saranno subito impiegati nellle aree del centro Italia colpite dal sisma

Ieri mattina si è svolta in via Formigina la cerimonia di consegna al Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco di Modena di 39 autocarri, rimorchi e circa 200 pezzi di ricambio confiscati a due aziende di Gualtieri (RE) di proprietà di Giuseppe Giglio pentito nell’ambito del processo antimafia Aemilia, che ora verranno utilizzati nelle zone terremotate del centro Italia.

Si tratta di parte dei beni sequestrati dal Tribunale di Bologna su richiesta della Direzione distrettuale Antimafia dell’Emilia-Romagna nell’ambito dell’operazione “Aemilia” contro clan di ‘ndrangheta attivi in regione, e che ha portato 150 imputati a dibattimento e oltre 80 a riti abbreviati e patteggiamenti.

All’iniziativa ufficiale di consegna, oltre all’assessore Costi, hanno partecipato il procuratore capo di Bologna Giuseppe Amato, il vice capo dipartimento dei Vigili del Fuoco Gioacchino Giorni, il direttore dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Umberto Postiglione, il procuratore della Direzione nazionale antimafia Franco Roberti e il prefetto di Modena Maria Patrizia Paba.

>FOTO - Consegna ai Vigili del Fuoco dei mezzi confiscati alla 'ndrangheta Aemilia - Modena 15/12/2016

A margine della cerimonia, l'assessore regionale Palma Costi ha sottolineato: “Dal 2017 le risorse a disposizione passano da 400 mila ad un milione di euro. E ora puntiamo ad un protocollo d'intesa con l'Agenzia per ottenere il via libera all'uso provvisorio di un bene sequestrato (quindi non ancora confiscato in via definitiva), che non richieda investimenti per essere riqualificato, per emergenze sociali come l'accoglienza di senza tetto, sfrattati e profughi. La legalità è faticosa, impegnativa. Ma paga. Sempre. Per il singolo e per la comunità. come dimostrato oggi”.
 

da modenatoday.it


Molto bello. Molto bene. (ASAPS)

Venerdì, 16 Dicembre 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK