Venerdì 19 Aprile 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 02/12/2016

Fermati in A4 con 2mila euro di profumi Chanel rubati nei negozi veronesi

È stata una pattuglia della Sottosezione autostradale di Verona sud a fermare l'Audi A6 per un semplice controllo, che ha portato alla luce la refurtiva e la borsa schermata probabilmente utilizzata per rubarla

Tre criminali sono stati smascherati da un equipaggio della Sottosezione autostradale di Verona sud, che li ha intercettati sulla Serenissima per un banale controllo.
Era la sera di domenica 27 novembre quando la pattuglia ha deciso di procedere con un controllo di un'Audi A6 con targa francese nel territorio di Sona, mentre questa si dirigeva verso Milano. A bordo c'erano tre uomini originari della Mongolia, entrati in autostrada alle 20.21 dal casello di Sommacampagna, come testimoniava il ticket in loro possesso, i quali hanno subito mostrato un nervosismo insolito che tradiva l'apparente aria da turisti. Insospettiti, gli agenti hanno deciso così di eseguire un controllo approfondito del veicolo, che ha portato alla luce un vano ricavato artigianalmente tra i sedili posteriori ed il baule, nel quale erano stipate 24 confezioni di profumo “Chanel”, ancora sigillate e dotate di dispositivo antitaccheggio, per un valore complessivo di 1.931 euro. Sempre nello stesso "spazio segreto" era nascosta anche la borsa schermata utilizzata quasi certamente per mettere a segno i furti, che ha permesso ai malviventi di asportare la merce dai negozi presi di mira senza far suonare il sistema d'allarme.


I tre stranieri, risultati essere privi di titolo di soggiorno e che non hanno fornito alcun chiarimento circa la loro presenza sul territorio nazionale, non hanno saputo fornire alcuna giustificazione circa il possesso dei profumi e hanno preso il via quindi i contatti delle forze dell'ordine verso le numerose rivendite della provincia.


Alla fine sono stati scoperti i punti in cui i furti erano andati a buon fine: la profumeria Limoni del centro commerciale "La Grande Mela", che ha riconosciuto 4 confezioni di profumo per un valore complessivo di circa 420 euro, oltre ai tre fermati come coloro che tra le 19 e le 20 del 26 novembre aveva stazionato a lungo davanti ad una scaffalatura dalla quale erano spariti dei prodotti; la Beauty Star di corso Porta Borsari 55, la cui titolare ha indicato come sue 20 confenzioni di Chanel per un valore complessivo di 1500 euro e delle quali doveva ancora notare l'assenza.
I tre, su disposizione del Pm di turno, la dottoressa Vitulli, sono stati condotti nel carcere di Montorio con l'accusa di ricettazione continuata ed in concorso.
Successivamente la misura precautelare è stata convalidata dal Gip che ha disposto nei confronti degli indagati la liberazione con il divieto di dimora nella regione Veneto.

da veronasera.it


 Ma fra i profumi sequestrati ci sarà stato anche il famoso Chanel n.5? (ASAPS)

Venerdì, 02 Dicembre 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK