Lunedì 04 Marzo 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/08/2016

Cerca di travolgere i carabinieri con l'Audi, loro sparano: la fuga verso Milano sull'autostrada

In precedenza la banda di ladri ha svaligiato una villetta di via Risorgimento, vicino al parco di Paratico (Brescia)

Prima il furto in una villetta di Paratico (Brescia), poi la fuga in auto e il tentativo di investire i carabinieri fermi al posto di blocco a Capriolo (Brescia). I militari non hanno avuto molte opzioni: per difendersi e fermare il malvivente al volante di un'Audi S4 hanno cominciato a sparare mirando alle ruote del veicolo. I colpi non hanno quindi raggiunto il  fuggitivo, che ha proseguito la sua corsa sull'autostrada A4 in direzione Milano.

L'auto è stata ritrovata poco più tardi, abbandonata in un'area di sosta dell'autostrada nel milanese. I controlli effettuati dai militari hanno permesso di accertare che il veicolo non solo era stato rubato, ma era anche stato utilizzato per compiere furti in tutto il Nord Italia.

In precedenza la banda di ladri ha svaligiato una villetta di via Risorgimento, vicino al parco di Paratico.  Approfittando dell'assenza dei proprietari - usciti a cena per  trascorrere la serata di festa - alcuni di loro si sono introdotti nell'abitazione mentre uno è rimasto in auto a fare da 'palo'.

Proprio quest'ultimo si è accorto dell'arrivo dei militari ed ha pigiato sull'acceleratore della potente macchina per darsi alla macchia, salvo poi essere rintracciato ad un posto di blocco.  Nessuna traccia anche degli altri componenti della banda. Sulla vicenda la Procura di Brescia ha aperto un'inchiesta.
 

da milanotoday.it


 I militari non hanno avuto molte opzioni: per difendersi e fermare il malvivente al volante di un'Audi S4 hanno cominciato a sparare mirando alle ruote del veicolo. I colpi non hanno quindi raggiunto il  fuggitivo, che ha proseguito la sua corsa sull'autostrada A4 in direzione Milano. (ASAPS)

Mercoledì, 31 Agosto 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK