Mercoledì 21 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 27/01/2016

Carrara, maresciallo ucciso sulla porta di casa: l'omicida si è costituito. Forse una vendetta

La vittima è Antonio Taibi di 47 anni. L'assassino, 71 anni, ha bussato alla sua porta e poi ha sparato. Avrebbe accusato il militare dei guai giudiziari dei suoi figli
Foto da Il Tirreno. In basso foto di Antonio Taibi da Facebook

Ha suonato alla porta di casa di un ufficiale dei carabinieri, Antonio Taibi, e appena il militare è apparso sul pianerottolo gli ha sparato un colpo, uccidendolo. La vittima è un maresciallo dei carabinieri di 47 anni, in servizio a Massa (Massa Carrara), spostato e con due figli di 16 e 21 anni.

A fare fuoco alle 7.30 nella palazzina di via Monterosso, non distante dal vecchio ospedale, è stato un uomo di 71 anni con addosso un giubbotto verde e un cappello. Secondo le prime informazioni l'uomo avrebbe agito per vendetta perché imputava al carabiniere i guai giudiziari dei figli, che sono pregiudicati.  Si è fatto aprire dicendo di essere un musicista.

L'assassino, dopo aver ucciso Taibi, si è allontanato a piedi e sono scattate ricerche in tutto il centro della città. Non molto dopo, intorno alle 9.30, si è presentato nella stazione dei carabinieri di Massa e si è costituito. Il suo nome è Giuseppe Vignozzi ed è un postino in pensione di Carrara. E' stato subito interrogato dal pubblico ministero.

da repubblica.it


Il rischio di essere maresciallo e fare il proprio dovere è anche questo. Condoglianze alla famiglia e ai colleghi del giovane maresciallo dell’ARMA. (ASAPS)

Mercoledì, 27 Gennaio 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK