Martedì 23 Luglio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 18/01/2016

Polizia Stradale Ovada
Inizio d’anno “rovente”: due incendi nel giro di pochi giorni impegnano gli uomini della Stradale
Due agenti leggermente intossicati dal fumo mentre soccorrevano gli automobilisti all’interno di una galleria

(ASAPS) Inizio d’anno particolarmente “rovente” per gli uomini della Polizia Stradale di Ovada.
Nel giro di pochi giorni, infatti, sono stati seriamente e pericolosamente impegnati in due incendi che hanno interessato gallerie nelle tratte di loro competenza.

Nella giornata di Capodanno una vettura, ormai a poche decine di metri dall'uscita della galleria, ha preso fuoco e il suo occupante ha deciso di abbandonare il mezzo in fiamme.
Il giorno dopo l'Epifania altro incendio. Questa volta un mezzo industriale carico di carta igienica ha preso fuoco ma fortunatamente il conducente ha avuto la prontezza di arrivare fino all'esterno della galleria.
Si sono ovviamente formate lunghe code con migliaia di automobilisti infuriati e obbligati ad uscire al casello precedente al tratto in cui si è verificato l’incendio.

La cosa peggiore rilevata dagli uomini della Stradale di Ovada è stata la condotta disorganizzata e imprudente degli automobilisti che restano "bloccati" in galleria: manovre sconsiderate, inversioni all'interno della carreggiata, retromarce improvvise con abbandono del mezzo dopo averlo chiuso con l'antifurto.

Due Agenti intervenuti per i primi soccorsi nell'incidente del 1° gennaio sono rimasti intossicati dal fumo acre che hanno dovuto respirare nel tentativo di portare soccorso a tutti quegli automobilisti (20/25 veicoli) rimasti all'interno della galleria.
Speriamo che ai nostri "Angeli della galleria" siano comunque giunti i ringraziamenti morali delle persone che hanno potuto intravedere in quei due umili Agenti un bagliore di salvezza in un momento di improvviso "terrore". (ASAPS)

Lunedì, 18 Gennaio 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK