Sabato 13 Aprile 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/01/2005

Cuneo - Sicurezza Stradale: gli incidenti sono nella provincia di Cuneo un problema di salute. Lo dice l’ASL


Cuneo, Sicurezza Stradale: gli incidenti sono nella provincia di Cuneo un problema di salute. Lo dice l’ASL
 
(ASAPS) CUNEO – Gli incidenti stradali costituirebbero uno dei maggiori “problemi di salute” per la popolazione della provincia di Cuneo. È uno studio che lo dimostra, portato avanti dalla ASL 17 di Savigliano, illustrato insieme alla Polizia municipale di Racconigi alla Seconda Commissione provinciale per la sicurezza stradale. i dati sono agghiaccianti: sulla strada regionale 20, nel tratto Racconigi, Cavallerleone e Cavallermaggiore, lungo appena 16 chilometri, sono stati registrati – nell’arco di vent’anni dal 1980 al 2000 – 887 morti. Una cifra spaventosa, che alza enormemente la media provinciale attestata sui 2.865 morti e rispetto al totale regionale di 16.878 morti. Una media di 47 morti all’anno, nel solo territorio dell’Asl 17, da mettere a confronto con i 136 dell’area relativa alla Granda e con le 803 vittime complessive del Piemonte. Per i primi 44 anni di età, la strada resta la prima causa di morte fino ai 44 anni di età, e supera perfino i tumori, le malformazioni congenite e le malattie cardiovascolari. Le classi di età più colpite sono quella tra i 15 e i 24 anni (234 morti). Ma l’Asl, che dispone evidentemente di fonti statistiche estremamente precise, ha studiato a fondo anche le cause, che nel 19% sono rappresentate da guida distratta, nel 15% dalla velocità eccessiva, nell’8% nel mancato rispetto della distanza di sicurezza. Fattori innescanti anche la guida in stato di ebbrezza da alcool, la guida contromano e le mancate precedenze. (ASAPS)



Lunedì, 31 Gennaio 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK