Lunedì 18 Novembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/12/2015

Il marito muore in auto per un difetto del guard rail, lo Stato la risarcisce dopo 23 anni


Risarcimento di 435mila euro dalla Provincia di Pescara, dopo 23 anni, a moglie e figlie di un automobilista morto in auto nel 1992 su una strada provinciale, a Roccamorice, in un incidente che ebbe esito mortale non solo per il violento impatto ma anche per lo stato della recinzione, instabile e mal tenuta, come hanno dimostrato le perizie dei tecnici e i verbali dei Carabinieri.

«Domani liquideremo la somma dovuta alla famiglia, in seguito ad una causa durata 22 anni» ha detto il presidente Antonio Di Marco. «Si è dunque conclusa oggi la lunga controversia legale, iniziata nel 1992 e finita nel giugno 2014, quando la corte d'Appello dell'Aquila, con la sentenza 640 del 16/06/2014 chiuse la vicenda condannando la Provincia a risarcire la moglie e le figlie della vittima - ha aggiunto -. Per circa un anno tale sentenza è rimasta "sospesa"». «Solo quest'estate, ripercorrendo con gli Uffici finanziari le somme dovute a vari soggetti e per vari motivi ancora inevase, ho preso atto della sentenza. Da quel momento ho imposto agli uffici di provvedere subito a implementare con gli avanzi di bilancio il capitolo relativo ai "debiti fuori bilancio", inserito poi nel bilancio del 2015 e, al primo Consiglio utile, ovvero quello del 23 dicembre scorso - ha concluso Di Marco - il provvedimento è stato votato all'unanimità dai Consiglieri provinciali».


da ilmessaggero.it
 



Alla fine la giustizia arriva, anche se con molto, molto ritardo. (ASAPS)

Giovedì, 31 Dicembre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK